Quella volta che Jordan si presentò all’allenamento dei Bulls solo per battere in 1 contro 1 il rookie di Chicago

Home NBA News

Circa un anno dopo aver annunciato il suo secondo ritiro dall’NBA, Michael Jordan decise di tornare ad allenarsi per passione e per vedere come stava fisicamente.
In uno di quegli allenamenti, MJ decise di affrontare la scelta numero 1 dei Bulls del 1998, Corey Benjamin.

Il 10 novembre 1999, Jordan si fermò presso la struttura di allenamento dei Bulls per rispondere all’appello della sfida di Benjamin.
Secondo la maggior parte dei presente, His Airness vinse facilmente. Tuttavia, Benjamin afferma che il punteggio fu in realtà di 11 a 9 per Michael.

“Randy Brown, Ron Harper e Dickey Simpkins erano amici intimi di Michael. Quei ragazzi avrebbero sempre dato ragione a Jordan. Ricordo che c’è stato un momento particolare in cui MJ mi ha detto qualcosa e gli ho detto: “Posso farcela”. Stavo dicendo che avrei potuto batterlo in uno contro uno. Ron l’assillava. Un giorno Mike disse a Ron che sarebbe venuto al nostro match ad Atlanta. Ero nella stanza di allenamento con Ron e Randy e MJ entrò lì. Viene da me e mi dice “Che cosa hai detto?!”. Questo era il mio eroe dell’infanzia. Mi alzo e dico: “Penso di poterti battere.. Mi disse: “Sarò al tuo allenamento tra qualche giorno e vedremo se riuscirai a farcela”.

“Torniamo a Chicago e agli allenamenti successivi mi guardavo alle spalle, ma pensavo anche: ‘Sì, non verrà mai a Chicago solo per affrontarmi’. Dopo una seduta, sto per andare in spogliatoio e vedo MJ. Mi dice: “Sto per darti la tua possibilità”. Come giocatore di basket, è stata la migliore sensazione al mondo giocare uno contro uno contro Michael Jordan di fronte a tutti.

Il punteggio è stato di 11-9, giusto per ricordarlo. Tutti dicono che era 11-0 o 11-1 o 11-2. Ha fatto 7-0 abbastanza velocemente e sono rimasto sorpreso. Non avevo mai visto niente del genere in vita mia. Ma il punteggio finale è stato di 11-9 ed è stato il miglior uno contro uno a cui abbia mai giocato. È stato come un sogno diventato realtà“.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.