A Caserta non c’è storia, la capolista Ravenna trionfa per la nona volta consecutiva

Serie A2 Recap

Sporting Club Juvecaserta-OraSì Ravenna 67-85 

(13-18; 15-21; 19-30; 20-16)

Nella quarta giornata del girone di ritorno, la OraSì Ravenna conferma il suo primato trionfando anche in quel di Caserta con il punteggio di 67-85. Successo arrivato in maniera autoritaria da parte dei romagnoli che, dopo un break giunto tra primo e secondo periodo, si assicurano della vittoria grazie ad un ottimo secondo tempo. Il miglior realizzatore dei giallorossi ha il nome di Charles Thomas, autore di venti punti, ma sono ben cinque gli uomini in doppia cifra tra le fila dei ragazzi allenati dal coach Massimo Cancellieri. Per i padroni di casa non sono bastati i ventuno punti e dodici rimbalzi di Marco Giuri, top-scorer della sfida. Con questa affermazione la OraSì ribadisce il suo primato con ben ventotto punti in graduatoria, derivati da quattordici successi, e conserva i sei punti di vantaggio sulla Unieuro Forlì. Invece la Juvecaserta scivola al decimo posto a quota sedici. I campani ora sono a soli due punti dalla zona playoff, riservata alle prime otto squadre, ma rimangono a quattro punti di distanza dalla zona playout a causa della sconfitta di Roseto. Eppure i ragazzi allenati da Nando Gentile avranno la chance di riscattarsi immediatamente visto che mercoledi 15 gennaio saranno ospiti di Montegranaro. Per Ravenna invece impegno casalingo il 16 gennaio contro Piacenza ma ora passiamo al resoconto della partita.

PARTITA – Nelle battute iniziali del match la Juvecaserta dimostra un approccio migliore nonostante il canestro iniziale di Chiumenti. I campani, grazie a due canestri di Cusin ed una tripla di Turel, si sono issati sul 7-2 dopo circa due minuti di gioco. Questo risulta, a posteriori, solamente un fuoco di paglia per i bianconeri che, da qui in avanti, subiscono il livello di gioco della capolista. I romagnoli prima agguantano gli avversari sul 10-10 e, dopo un paio di minuti di equilibrio (13-13 al settimo), concretizzano il break decisivo a cavallo tra il primo e secondo quarto di gioco. Venuto, con una tripla, e Sergio portano Ravenna sul 13-18 al decimo e poi Treier, con cinque punti consecutivi, ed ancora Sergio con una bomba terminano il parziale di 0-13 (13-26 al quattordicesimo). Caserta accenna una reazione con un contro-break di 7-0 ma con Thomas e Venuto la capolista riprende il controllo con la stessa moneta (20-33 al quindicesimo). Il primo tempo si chiude con due giocate spettacolari, la prima ad opera di una tripla di Turel per i padroni di casa e la seconda firmata da Giddy Potts per gli ospiti, autore di un canestro da fuori spettacolare a fil di sirena (28-39 al ventesimo).

Nel secondo tempo, nonostante il vantaggio ed un possibile appagamento, Ravenna dimostra una grandissima fermezza mentale. Anzitutto, dopo una tripla subita da Carlson, risponde con tre bombe consecutive rispettivamente di Sergio, Thomas e Potts (31-48 al ventitreesimo). Poi tiene sotto controllo i padroni di casa per gran parte del terzo quarto che viene chiuso dai romagnoli con un break di 2-8 firmato da Tommaso Marino e Kaspar Treier (47-69 al trentesimo). Nel quarto ed ultimo quarto ci si aspetterebbe una prova di orgoglio di Caserta che invece non avviene. Altro parziale di 0-7 ad inizio parziale (49-76 al trentaquattresimo) che rende praticamente utile solo per le statistiche il resto della partita, terminata col punteggio di 67-85.

 

TABELLINO

Sporting Club Juvecaserta: Aldi n.e., Allen 3, Iavazzi 3, Bianchi 2, Valentini 1, Paci 7, Carlson 6, Hassan 5, Del Vaglio 0, Giuri 21, Cusin 6, Turel 13. Rimbalzi 38 (Giuri 12). Assist 11 (Giuri 3).

OraSì Ravenna: Farina 0, Potts 15, Jurkatamm 3, Thomas 20, Chiumenti 2, Marino 12, Zanetti n.e., Treier 10, Venuto 10, Seck 2, Sergio 8, Bravi 3. Rimbalzi 41 (Chiumenti 9). Assist 11 (Chiumenti e Treier 3).

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.