Ray Allen finisce nel mirino dei Bucks, ma li rifiuta

Home

hi-res-1702136_crop_north

La stagione NBA sta per iniziare, ma Ray Allen è ancora free agent e potrebbe restare sul mercato fino all’All Star Weekend, secondo quanto affermato dal suo ex GM Danny Ainge. La guardia, reduce da due stagioni ai Miami Heat, non ha ancora deciso se proseguire la propria carriera o appendere le scarpe al chiodo. Un paio di settimane fa l’ex giocatore dei Celtics era stato accostato, anzi dato come ufficiale, ai Cleveland Cavaliers di Lebron James, ma tutto era stato subito smentito.

Oltre ai Cavs, negli ultimi mesi Allen era finito nella lista dei desideri anche di Washington Wizards e Los Angeles Clippers, ma questi ultimi lo avevano poi scartato, virando su altri obiettivi. L’ultima squadra che si è accostata al giocatore sono stati i Milwaukee Bucks, un trasferimento che avrebbe avuto in questo caso del clamoroso: un vero e proprio ritorno a casa per Ray, che vestì la maglia della franchigia dal 1996, anno del suo arrivo in NBA, al 2003. La notizia è accertata perché a confessare i contatti tra Bucks e giocatore è stato proprio il coach di Milwaukee, Jason Kidd: “Abbiamo contattato Ray, sta valutando varie opzioni, ma noi lo abbiamo cercato. Pensavamo potesse essere una buona occasione per lui tornare ai Bucks, ma lui ci ha risposto di non essere interessato”.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.