Ray Allen ha spiegato la differenza principale tra i suoi Celtics del 2008 e i suoi Heat del 2013

Home NBA News

Ray Allen in carriera ha vinto due titoli NBA, con due squadre diverse: con i Boston Celtics nel 2008 e poi di nuovo con i Miami Heat nel 2013, quando fu anche decisivo nelle Finals contro San Antonio segnando la tripla che mandò Gara-6 al supplementare.

In un’intervista al The Posecast, il podcast dell’ex compagno James Posey, Allen ha spiegato quale secondo lui sarebbe la differenza principale tra i due roster, ugualmente vincenti:

La squadra a Miami era più profonda, dal primo all’ultimo eravamo solo veterani. Era un problema per Spo [coach Spoelstra, ndr] perché aveva così tanti giocatori, poteva andare da James Jones a Mike Miller fino a Shane Battier. Se guardate il roster, chiunque poteva giocare e contribuire alla causa. A Boston invece, se escludiamo PJ Brown e Sam Cassell, gli altri erano giocatori come Big Baby [Glen Davis, ndr] che era al suo primo anno. Avevamo Brian Scalabrine. Avevamo Tony Allen. Avevamo Gabe Pruitt. Un sacco di giocatori giovani che non erano ancora stati a quel livello.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.