Non basta Bogdanovic al Fenerbahce, il Real continua la sua corsa

Coppe Europee Eurolega

Real Madrid  – Fenerbahce Istanbul 61-56

(20-16; 9-16; 19-11; 13-13)

Questa sfida del ventinovesimo round di Eurolega vede affrontarsi allo Wizink Center due formazioni molto temibili: il Real Madrid di Sergio Llull e Luka Doncic (primo in classifica) e il Fenerbahce Istanbul di Gigi Datome (settimo in classifica).

Gli uomini di coach Laso partono forte nei primi minuti, trascinati da due triple consecutive di Llull, ma i turchi non si fanno cogliere di sorpresa, rispondendo colpo su colpo con Dixon e Udoh. Le squadre si rincorrono sul punto a punto fino alla fine del primo periodo, quando i Blancos riescono a scavare un parziale favorevole approfittando delle difficoltà del Fenerbahce al tiro, strappando il +6. A riportare a stretto contatto la formazione ospite ci pensa Dixon, che con un 2/2 dalla linea della carità sigla il 20-16 di fine primo quarto. Nella seconda frazione di gioco, Antic e Kalinic aprono le danze con due triple consecutive, riconquistando la parità. Othello gonfia la retina per i padroni di casa, ma ancora una conclusione dai 6.75, stavolta da parte di Dixon, regala il +1 al Fenerbahce. Negli ultimi minuti del primo tempo Felipe e Randolph tengono a contatto il Real dalla lunetta, ma Boganovic e Vesely trascinano i turchi al +3, terminando la prima metà di gara sul 29-32.

dixonAl rientro in campo dopo l’intervallo lungo, Dixon e Vesely aumentano il vantaggio degli ospiti, che raggiungono il +7. Ad avviare la rimonta dei Blancos è Maciulis dai 6.75, seguito da Fernandez, che con un’altra tripla trascina il Real a due possessi di distanza. Antic prova a preservare il vantaggio dei turchi, ma Ayon ed uno scatenato Fernandez strappano il -1, passando in vantaggio poco dopo con Maciulis. Il solo a tenere a galla il Fener è Udoh, che segna l’unico canestro  della squadra negli ultimi tre minuti e limita i danni dell’offensiva spagnola: il terzo quarto termina 48-43. Il periodo decisivo si apre con una tripla di Fernandez, ma arriva immediata la risposta di Bogdanovic che avvia la rimonta degli ospiti che in un amen strappano il -3. Ad interrompere il momento favorevole dei turchi è Doncic,  che con una tripla riporta nuovamente i suoi a due possessi pieni di vantaggio. Le tante palle perse non aiutano il Fenerbahce, che negli ultimi minuti spreca molte occasioni per riportarsi a contatto. Nell’ultimo minuto, Vesely e Bogdanovic accendono un barlume di speranza conquistando il -3, ma gli uomini di coach Laso gestiscono bene: Sergio Llull non sbaglia dalla lunetta e il Real Madrid supera il Fenerbahce per 61-56.

TABELLINI

Real: Randolph 6, Othello 2, Fernandez 11. Doncic 5, Maciulis 7, Reyes 3, Ayon 6, Llull 16, Thompkins 3, Taylor 2.

Fener:  Udoh 7, Antic 5, Bogdanovic 15, Vesely 11, Kalinic 5, Dixon 11.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.