Verso Maccabi-Milano, le parole di Pianigiani e Bertans

Coppe Europee Eurolega

L’Olimpia è partita per Tel-Aviv dove giovedì sera, 2 novembre, alle 20.05 italiane, affronterà il Maccabi. Sull’aereo sono saliti 13 giocatori, incluso Andrew Goudelock che proverà a rientrare dopo l’assenza nelle ultime due partite. Davide Pascolo è rimasto a Milano a lavorare in vista della gara di domenica contro la Virtus Bologna. “Sarà una partita tosta – spiega il Coach Simone Pianigiani – perché su un campo come quello del Maccabi servirà grande forza mentale per stare in partita soprattutto quando la squadra piace. E questo Maccabi piace perché unisce nelle sue caratteristiche la storia del club ovvero talento e chiarezza di gerarchie e ruoli. Sono molto pericolosi ed è ovvio che in casa le capacità dei loro giocatori di spingere in campo aperto e giocare ad alto ritmo vengono enfatizzate, esaltate dall’atmosfera che si viene a creare”.

Andrew Goudelock, fermo ai box nelle ultime due partite.

Per Pianigiani è il ritorno in Israele dove l’anno passato ha vinto il titolo e la Supercoppa: “Per noi sarà un’ulteriore prova di maturità che vogliamo superare – dice -, sapendo che su questi campi rimanere in partita, come a Mosca e Madrid, è l’obiettivo. Poi prima o poi arriverà l’occasione di cogliere un risultato straordinario grazie ad una nostra crescita come squadra o magari ad episodi per una volta favorevoli. Siamo anche consapevoli che il Maccabi viene da due sconfitte e giocherà la settimana successiva contro il Real, quindi per  loro sarà una partita spartiacque e il clima ne sarà una conseguenza, ci sarà un’atmosfera da finale. Noi speriamo di recuperare qualche acciaccato, non siamo in un momento di grande brillantezza fisica o di salute ma l’aspetto più importante è quello mentale. Sono curioso di vedere anche io se riusciremo a stare in partita in un posto in cui alla forza della squadra avversaria si aggiunge un fattore ambientale particolare: competere per 40 minuti sarebbe un segnale importante”.

Questa la dichiarazione di Dairis Bertans: “Andiamo ad affrontare una partita dura contro un’avversaria tosta, molto differente rispetto alla squadra dell’anno scorso, che sta giocando molto meglio. Dopo la vittoria con il Barcellona, dobbiamo riuscire a giocare in un ambiente speciale, davanti al pubblico avversario, con lo stesso spirito con cui abbiamo giocato in casa, rallentarli e obbligarli a giocare al nostro ritmo”.

Fonte: Ufficio Stampa Olimpia Milano

 

Matteo Gualandris

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.