Recap NBA 5/1/14: New York vince a Dallas, i Nuggets investono i Lakers a domicilio, vincono anche Memphis, Miami e Golden State

Home

dm_140105_nba_grizzlies_pistons

Memphis Grizzlies @ Detroit Pistons 112-84

Vittoria schiacciante per i Grizzlies al Palace, guidata da un sontuoso Zach Randolph da 16 punti, 16 rimbalzi e 5 assist. Z-Bo ha dovuto vedersela con i temibili lunghi dei Pistons, che sono stati gli unici di Detroit a fare bene: 19 punti e 8 rimbalzi per Greg Monroe, 15 e 14 per Andre Drummond e 13 e 9 per Josh Smith. I Pistons durano un tempo, arrivano in vantaggio all’intervallo, ma poi crollano nel terzo quarto, disfatta che diventa ancora più evidente nell’ultima frazione. Jon Leuer è il top scorer dell’incontro con 23 punti a cui aggiunge 8 rimbalzi, doppia-doppia per Ed Davis con 17 punti e 11 rimbalzi, 15 a testa di Mike Conley e Tayshaun Prince.

MVP: Zach Randolph, contro i lunghi dei Pistons, fisicamente avvantaggiati, riesce comunque a dominare.

 

Toronto Raptors @ Miami Heat 97-102

Importante vittoria per gli Heat, Lebron James, dopo la prestazione in ombra contro i Magic, torna a giganteggiare con 30 punti e 12/18 al tiro. Partita equilibrata, DeRozan (26 punti e 7 assist) chiude il primo quarto con il buzzer beater che fissa la parità a quota 29, Miami arriva all’intervallo avanti di 5, ma i Raptors nel terzo quarto spingono e giungono all’ultimo periodo avanti di 5 lunghezze. Wade aggiunge 14 punti e 9 rimbalzi, Beasley 17 punti dalla panchina. DeRozan con la schiacciata riporta sotto i Raptors dopo un allungo degli Heat, sul -3 però Kyle Lowry (14 punti e 9 assist) viene stoppato da Haslem sulla penetrazione, il possesso rimane a Toronto, che ha un’ultima chance di pareggiare, ma la tripla dello stesso Lowry è fuori bersaglio.

MVP: Lebron Jamens, altri 30 punti con percentuali al tiro da leccarsi i baffi.

 95bcf479d8b61900480f6a706700ccce

Golden State Warriors @ Washington Wizards 112-96

Golden State trova la vittoria consecutiva numero nove, battendo Washington a domicilio. L’avvio è favorevole ai Wizards, con John Wall e Bradley Beal che guidano i padroni di casa a segnare 36 punti nel solo primo quarto e portarsi subito a +10. Klay Thompson segna 10 punti nella prima frazione, chiuderà con 26, i Warriors invece si riportano sotto nel secondo quarto e compiono il sorpasso nel terzo, in cui scavano il solco e si lanciano verso la vittoria. Dopo un buon inizio, Beal si perde chiudendo con soli 9 punti e 4/15 al tiro, Wall è l’unico a salvarsi con 14 punti e 10 assist ma anche 4/11 dal campo. Oltre ai 26 punti di Thompson, per Golden State c’è la gigantesca prestazione di David Lee (21 punti, 11 rimbalzi e 6 assist) e le doppie-doppie di Stephen Curry (14 punti e 10 assist) ed Andrew Bogut (15 punti e 11 rimbalzi, più 4 stoppate).

MVP: David Lee, prestazione importante e completa, mette sotto i lunghi di Washington.

 

New York Knicks @ Dallas Mavericks 92-80

Quasi nessuno forse avrebbe previsto la vittoria “on the road” dei New York Knicks a Dallas, invece la W è arrivata grazie al bottino messo in cassaforte nei primi due quarti. All’intervallo il tabellone segnala +17 in favore dei Knicks, Carmelo Anthony segna 19 punti in una serata-no al tiro (6/16), Andrea Bargnani aggiunge 13 punti, JR Smith invece delude ancora con 7 punti in 30 minuti di gioco. I Mavs provano la rimonta nel secondo tempo, si riportano a -7, ma è troppo tardi per vincerla, nonostante i 18 punti e 9 rimbalzi di Dirk Nowitzki.

MVP: Kenyon Martin, in una serata negativa per ‘Melo trova 14 punti dalla panchina con 7/8 al tiro.

 NBA: Denver Nuggets at Los Angeles Lakers

Denver Nuggets @ Los Angeles Lakers 137-115

L’unico motivo per gioire per i Lakers e un’altra buona prestazione di Kendall Marshall, il playmaker chiude con 9 punti, 17 assist e 6 rimbalzi, ma i suoi concedono 137 punti in una gara casalinga, cosa che non accadeva dal 1993. LA rimane in partita fino al terzo quarto, quando crolla sotto i colpi di Timofey Mozgov e Nate Robinson, che combinano per 41 punti dalla panchina (rispettivamente 20 e 21). Kenneth Faried (17 punti e 13 rimbalzi) e Ty Lawson (20 punti e 12 assist). L’ultimo quarto, in cui Denver segna 44 punti, è uno show per Nate Robinson, che dà spettacolo allo Staples Center.

MVP: Nate Robionson, semplicemente energia dalla panchina, a cui però aggiunge tanto spettacolo.

 

Le altre partite della notte:

 

Indiana Pacers @ Cleveland Cavaliers 82-78

MVP: Paul George, 16 punti, 5 rimbalzi e 6 assist.

 

Boston Celtics @ Oklahoma City Thunder 96-119

MVP: Reggie Jackson, 27 punti con 9/12 al tiro.

 

Infine, ecco la Top 10 della notte:

[banner network=”altervista” size=”300X250″ align=”aligncenter”]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.