Recap NBA Finals 11/06/2015: Golden State non è morta ed espugna la tana dei Cavs

Home NBA Recap

curry-and-dellavedova_vybhsh2ht1wo10273j05auxwn

Golden State Warriors @ Cleveland Cavaliers 103-82 (2-2)

I Warriors non si arrendono e schivano quello che ha detta di molti sarebbe potuto essere un colpo da KO, poichè, in caso di vittoria dei Cavs, Lebron e compagni avrebbero avuto a disposizione due match-points per chiudere la pratica. La W è frutto soprattutto degli aggiustamenti apportati da Kerr e dal rientro di David Lee sul parquet, a lungo fuori per decisione dello stesso coach: la mobilità e il talento del lungo ex-Knicks nel creare spazi per i compagni è stata infatti fondamentale per ritrovare quel gioco fatto di passaggi e spaziature perfette che i Warriors sembravano aver smarrito. Il primo tempo è di marca GS, che senza Bogut (Iguodala al suo posto), riescono a mettere sotto i Cavs con le accelerazioni di un Curry finalmente in palla (22p e 6a) e le schiacciate in transizione di Iguodala (22p e 8r); i Warriors tuttavia perdono qualcosa sotto le plance, offrendo in molti casi mismatches favorevoli sia a Thompson (12p e 13r) sia a Mozgov (28p e 10r), che si ritrova a essere marcato da Green. La mossa però funziona, soprattutto perchè Lebron James (20p, 12r e 8a con 7/22 dal campo) viene limitato dalla gabbia difensiva di Kerr, con Green (17p, 7r e 6a), Barnes (14p e 8r) e Iguodala ad alternarsi in marcatura sul “Re”. Sarà proprio Green a portare Golden State sul +12 a fine primo tempo; dopo l’infortunio occorso a James nel secondo quarto, quando Bogut lo manda a schiantarsi contro i fotografi seduti a fondocampo, provocandogli una ferita alla testa. Nel secondo tempo la rimonta dei Cavs passa dalle mani del recuperato James e di Dellavedova (10p e 4a), che riportano i Cavs a -3, prima che, a 20 secondi dalla fine del terzo periodo, Curry mandi a bersaglio l tripla del +6 GS. I Warriors tornano a +10 nel quarto periodo dopo un’altra tripla di Steph, quindi chiudono i conti con un layup di Thompson e una tripla di Iguodala, portandosi a casa una W pesantissima.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.