Red October Cantù: Kiril Bolshakov è solo un traghettatore per il derby contro Varese? Due italiani in lista

Serie A News

Nella giornata di ieri è diventata ufficiale la rescissione consensuale tra la Red October Cantù e Rimas Kurtinaitis attraverso un’intervista apparsa sul sito della società dove il patron russo motivava la sua scelta in favore del suo ex prof di ginnastica delle scuole medie, Kiril Bolshakov.
L’ucraino, ex Red October Volgograd, era già secondo assistente di Rimas Kurtinaitis (il primo, che rimarrà primo, è Marco Sodini), senza però che il patron canturino ricevesse il benestare dal tecnico lituano che ha dovuto accettare la scelta di Gerasimenko: infatti inizialmente Bolshakov era arrivato in Italia con il compito di sviluppatore del settore giovanile ma poi la dirigenza ha cambiato idea e li ha affidato il ruolo di secondo assistente, fino a ieri, quando è diventato head coach.

La telenovela sulla panchina canturina però non sarebbe finita qui: è probabile infatti che il tecnico ucraino rimanga capo allenatore ad interim, in particolar modo solo per la partita contro Varese, mentre, a partirgerasimenkoe da settimana prossima, potrebbe arrivare un nuovo allenatore che questa volta sembra poter essere italiano. I nomi che sono circolati nelle ultime ore sono due: Luca Banchi e Carlo “Charlie” Recalcati. Il primo era già stato sondato quest’estate, ma la fumata bianca di Kurtinaitis, non portò all’ingaggio dell’ex Siena e Milano, il secondo, viceversa, è stato il primo nome contatto da Gerasimenko già a maggio; inizialmente l’ex Venezia sembrava propenso ad accettare ma poi ha preferito rifiutare di fronte alla proposte di progetto di Gerasimenko. Attualmente tra gli altri allenatori italiani liberi in circolazione troviamo Marco Crespi, Luca Bechi e l’esperto in queste situazioni, Attilio Caja.

Ormai, però, abbiamo iniziato un po’ a conoscere Dmitry Gerasimenko e sappiamo quanto il suo carattere sia vulcanico perciò è anche possibile che, qualora la Red October si aggiudicasse il derby di sabato sera, il patron potrebbe lasciare sulla panchina biancoblu lo stesso Bolshakov, ipotesi concretamente realizzabile anche a prescindere dall’esito del sentitissimo match contro Varese, che ieri sera ha vinto dopo un lungo digiuno in Fiba Champions League contro l’Ewe Baskets Oldenburg.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.