La difesa fa la differenza: Reggio supera Cremona fra le mura amiche dopo un match molto intenso

Home Serie A Recap

GRISSIN BON REGGIO EMILIA – VANOLI CREMONA  86-77

(23-13; 18-22; 21-21; 24-21)

La Grissin Bon trova il decimo sigillo stagionale fra le mura amiche e lo fa battendo la Vanoli Cremona grazie ad una grande prova difensiva corale e alle ottime prove di Kaukenas e del trio azzurro Aradori, Polonara e Della Valle, ribaltando la differenza canestri a proprio favore. A Cremona non bastano McGee e Turner.

Apre il match Aradori con un tiro in isolamento dall’arco e due liberi; Cremona risponde prontamente con Dragovic e la schiacciata di Washington. Nella parte centrale del quarto è Reggio Emilia a portarsi avanti con un parziale di 8-0 che induce Pancotto a chiamare timeout sul 12-5. Continua a premere sull’acceleratore la squadra di casa grazie anche ad una difesa davvero solida sulla quale sbatte l’attacco della Vanoli. Il primo quarto si chiude col punteggio di 23-13.

washington cremonaIl secondo quarto si riapre nel segno di Kaukenas che prima segna battendo ancora una volta Washington sul primo passo. Ne nasce un battibecco che porta la panchina reggiana, Kaukenas e Veremeenko a prendersi tre falli tecnici che permettono alla squadra ospite di ricucire il divario portandosi sul 29-23. Poi il mini-break biancoorosso di 5-0 al quale risponde con la stessa moneta la squadra ospite. Un secondo quarto davvero divertente fra due squadre che giocano con grande intensità si chiude con Reggio avanti 41-35.

Il secondo tempo si apre con il valzer dei tiri dall’arco: due che portano le firme di Turner per gli ospiti e quelle del trio azzurro Aradori, Polonara, Della Valle per la Grissin Bon che al 26′ infila la quarta tripla del periodo, questa volta con Gentile, che vale il +11. La Vanoli non riesce a ritrovare la fludità offensiva del secondo quarto di gioco cocciando su una difesa molto attenta degli emiliani. Si accende nell’ultimo minuto dall’arco McGee che riavvicina i suoi nel finale di un terzo periodo che va in archivio col punteggio di 62-56.

In avvio di ultimo quarto è ancora Aradori che manda a bersaglio la tripla del nuovo +10; Pancotto chiama subito timeout. Entrambe le formazioni vedono le proprie percentuali abbassarsi ma ancora una volta è la difesa della squadra di coach Menetti a far la voce grossa sul parquet forzando tante palle perse degli avversari. McGee ancora dall’arco non si arrende e rimette i suoi in pista sul -6 a poco più di un minuto dal termine. La tripla della staffa porta la firma di Rimantas Kaukenas che chiude la partita. Reggio vince su Cremona 86-77.

REGGIO EMILIA: Aradori 22, Polonara 13, Della Valle 18, De Nicolao 3, Strautins ne, Veremeenko 9, Kaukenas 13, Silins, Gentile 4, Golubovic 4.

T2: 13/35   T3: 11/20   TL: 27/33 Rimbalzi: 32(Polonara 7) Assist: 12(De Nicolao 5)

CREMONA: Dragovic 9, Vitali 11, Mian 2, Gaspardo, Cusin 8, Cazzolato, Washington 5, Biligha 4, Boccasavia ne, McGee 21, Turner 17.

T2: 17/33   T3: 10/25   TL: 13/14 Rimbalzi: 30(Biligha 5) Assist: 8

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.