Reggio Emilia schianta Pesaro nel quarto periodo e si porta a casa l’incontro

Home Serie A Recap

CARPEGNA PROSCIUTTO BASKET PESARO 65 – 90 GRISSINBON REGGIO EMILIA

(20-24 / 15-19 / 19-20 / 11-27)

In avvio di gara la Vuelle spinge con Chapman e Pusica, ma Reggio c’è e risponde con due belle giocate di Mekel. La GrissinBon gioca molto vicino al ferro sfruttando la forza e agilità di Upshaw e Owens, ma la Carpegna Prosciutto non lascia scappare gli avversari grazie alla tripla di Paul Eboua (9-13). Quando gli ospiti stringono le maglie in difesa, emergono due grossi problemi per i padroni di casa, in divisa gialla: difesa molto molle e attacco che non produce più come prima, risultato: 11-21 con Upshaw che banchetta nel pitturato pesarese. Dopo il time-out chiesto da coach Perego, l’ex di serata Mussini e Barford mettono a segno un controparziale di 9-0 che riporta Pesaro sotto di un solo possesso. I primi dieci minuti si chiudono sul 20-24, con l’errore al tiro di Candi.

Il secondo periodo comincia nel segno di Vojvoda da una parte e Eboua dall’altra. Il primo segna 5 punti in fila, due liberi e una tripla dall’alto coefficiente di difficoltà; mentre il secondo risponde cercando di prendersi sulle spalle l’attacco della squadra e facendosi sentire nella lotta a rimbalzo, dove la Vuelle paga forza e centimetri. Upshaw e Vojvoda segnano due triple che tagliano le gambe alla Carpegna Prosciutto e che riportano Reggio sopra di 9 lunghezze. Coach Federico Perego sceglie il quintetto lungo con Chapman e Zanotti in campo, scelta che ripaga perché Pesaro riesce a essere più presente a rimbalzo e comunque in attacco può aprire il campo sfruttando le buone mani del suo lungo statunitense. Pesaro ritorna sotto di quattro punti, ma negli ultimi sessanta secondi Vojvoda (entrato molto bene dalla panchina) e Mekel riescono a riportare la squadra di coach Maurizio Buscaglia avanti di tre possessi. Dopo venti minuti il punteggio è 35-43.

Barford e Johnson-Odom, entrambi in ombra fin ora, provano a mettersi in luce con una tripla a testa; ma emerge meglio il numero 0 della Vuelle che prima batte Odom e serve bene Chapman, poi controlla bene due penetrazioni del numero 1 ospite che perde due volte il pallone. Chapman dalla punta pesca splendidamente due tagli backdoor di Miaschi che ne segna quattro facili facili e riporta Pesaro in parità a quota 48. Sono ancora una volta Reggie Upshaw e David Vojvoda che tolgono le castagne dal fuoco per la GrissinBon: tre triple e gli ospiti tornano sul +9. Dopo 5 ottimi minuti, la Carpegna Prosciutto cede di schianto di nuovo e, in meno di 3 minuti, si ritrova sotto di 13 punti dopo i liberi di Owens. Pusica interrompe il parziale ospite di 0-13 con due triple che sono ossigeno puro per i marchigiani; ma il terzo periodo si chiude con Reggio comunque avanti sul 54-63.

Vojvoda fa 20, mentre Pesaro rimane sempre sotto la doppia cifra di svantaggio con i liberi di Clint Chapman. Perego ripropone un quintetto alto, con Thomas (molto male anche questa sera) da “3”, Chapman da ala grande e sotto Simone Zanotti; con Buscaglia che continua a seguire il suo piano partita. Pesaro non riesce più a battere la difesa ospite e la zona tentata nell’altra metà campo regala un tiro aperto a Upshaw che, ovviamente, non sbaglia. La GrissinBon Reggio Emilia ha dato lo strappo decisivo alla partita, allungando sul 62-76. Barford, positivo solo nei primi minuti della terza frazione, commette il suo secondo fallo antisportivo e viene quindi espulso, con Miaschi che ne prende il posto. Johnson-Odom non sbaglia dalla lunetta né i liberi dell’antisportivo, né quelli guadagnati in penetrazione contro Mussini. Quando mancano quattro minuti dalla fine il match è chiuso: 62-80. Terminato il “garbage time”, l’incontro si chiude 65-90, con una pioggia di fischi del pubblico pesarese.

Tabellini:

PESARO: Barford 13; Drell 2; Mussini 13; Pusica 11; Miaschi 7; Eboua 7; Chapman 14; Thomas 0; Zanotti 0; Basso N.E.; Solari N.E.

REGGIO EMILIA: Johnson-Odom 14; Fontecchio 7; Pardon 6; Candi 0; Poeta 0; Vojvoda 20; Owens 10; Upshaw 20 (11 reb); Diouf 0; Mekel 13; Cipolla N.E.; Infante N.E.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.