Reggio Emilia non muore mai: rimonta l’Unics Kazan nel finale e porta a casa la vittoria

Coppe Europee Eurocup

GRISSIN BON REGGIO EMILIA – UNICS KAZAN 76 – 75

(17-30; 21-15; 12-15; 26-15)

Dopo la vittoria di circa una settimana fa in Russia la Pallacanestro Reggiana sconfigge ancora una volta l’Unics Kazan dopo una partita al cardiopalma. La Grissin Bon resta in svantaggio per tutta la gara e solo nell’ultimo quarto riesce ad acciuffare i russi, riuscendo poi a spuntarla in un finale incredibile. Sono ora 3/4 le vittorie nel gruppo H di EuroCup per coach Menetti, che ringrazia Della Valle, che chiude con 18 punti e Wright, autore di 17 punti e 8 rimbalzi. Lasme (18 punti e 10 rimbalzi) e Colom (18 punti e 10 rimbalzi), invece, non bastano alla squadra della Tatarstan.

Parte bene il Kazan con un 7-2 di parziale, con Smith ed Ejim sugli scudi, mentre Reggio va a segno con il solo Reynolds. White allora prova a svegliare i suoi, ma l’Unics continua a spingere e grazie a Colom vola anche a +10. Il tentativo di recupero della Grissin Bon continua a non avere successo, così gli ospiti ne approfittano. Lasme  e compagni fanno il vuoto e aumentano il loro vantaggio, toccando anche quota +17. Reggio Emilia reagisce solo nel finale del quarto e recupera quattro punti grazie a Della Valle e Candi. Nel secondo periodo ancora Della Valle suona la carica e Wright risponde presente, riportando così la Grissin Bon a contatto. Il 10-0 di parziale, infatti, significa -1 per i padroni di casa. Allora Colom ed Ejim riportano a distanza l’Unics, fino al +5, mentre White prova a rispondere per Reggio Emilia. Lasme non ci sta e gli ospiti tornano presto a +10. Il primo tempo si chiude con la Grissin Bon in recupero, ma sono solo tre i punti rosicchiati. Così il si va negli spogliatoi sul punteggio di 38-45.

Al rientro in campo sempre Lasme aumenta il vantaggio russo, ma Wright e Candi portano subito a -4 Reggio Emilia. L’Unics si affida, quindi, a Colom per ritornare a +11, mentre la Grissin Bon tenta ancora il recupero. La tripla di Markoishvili, però, non basta e il Kazan mantiene la doppia cifra di vantaggio fino al termine del quarto. Nell’ultimo periodo gli ospiti allungano con Lasme fino al +12, ma Cervi e compagni rimontano dieci punti in un batter d’occhio. La Pallacanestro Reggiana riesce anche ad impattare la partita e poi a passare in vantaggio, grazie a Nevels e Della Valle. Il Kazan però è ancora vivo e Smith riporta la gara in equilibrio. Si decide, così, tutto nei due finali. Reynolds fa 1/2 ai liberi, Lasme riporta avanti l’Unics, ma Wright segna il +1 per la Grissin Bon. Ai padroni di casa bastano poi un 4/6 ai liberi e i due punti di Markoishvili per vincere il match, rendendo vana l’ultima disperata preghiera di Colom. Finisce 76-75.

Quino Colom, il migliore dei russi in questa gara (vtb-league.com).

PALLACANESTRO REGGIANA: Mussini ne, Wright 17, Bonacini 0, Candi 4, Della Valle 21, White 7, Reynolds 8, Markoishvili 5, Cervi 7, Nevels 7, Llompart 2;

Coach Massimiliano Menetti

UNICS KAZAN: Ejim 13, Ndour 2, Ponkrashov 8, Colom 17, Lasme 18, Smith 5, Trushkin ne, Lockett 8, Koshcheev ne, Sergeev ne, Andusic 4, Kolesnikov 0;

Coach Dimitrios Priftis

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.