Reinhardt gela Brescia, la Germani cade anche a Ulm

Coppe Europee Eurocup

RATIOPHARM ULM – GERMANI BASKET BRESCIA 83-82

(24-29; 16-16; 27-18; 16-19)

Per un nulla! Davvero per poco, la Germani non sfiora il successo esterno, ma perde lucidità all’ultima azione e cade contro Ulm: ennesima partita a due facce di Brescia, che parte forte prima di subire la rimonta avversaria, con difesa poco attenta e una poca coscienza in attacco a cui Diana aveva chiesto di porre rimedio. I tedeschi però rimontano sulle ali di Green e Miller e pescano con Reinhardt il tiro che fa sprofondare Brescia (1-4 al giro di boa).

Avvio equilibrato con le formazioni capaci di costruire buoni tiri e aggredire forte in difesa: Hamilton e Moss provano a spezzare l’equilibrio con una tripla a testa, ma alcuni errori banali in difesa vengono puniti da Evans e dalle schiacciate di Green che tengono bilanciate le sorti del match. I ritmi sono molto alti in questa prima frazione: in un momento in cui le squadre pasticciano in attacco, Abass e Ceron provano a rialzare il divario sul 17-24, ma Ulm riaccorcia chiudendosi in area e finalizzando gli isolamenti in attacco per il 24-29 dopo 10′ di gioco. I tedeschi non ingranano dall’arco e Brescia porta il vantaggio in doppia cifra in avvio di secondo periodo: due triple sbloccano la compagine di casa, ma gli uomini di Diana rispondono a dovere con Allen ed Hamilton, mantenendo le distanze a +11 (31-42). Le penetrazioni di Thompson e Miller spezzano il momento negativo del Ratiopharm, che punisce anche le disattenzioni a rimbalzo dei biancoblu, portandosi al 40-45 che chiude il primo tempo.

Green e Abass aprono la ripresa da protagonisti, con Miller a coadiuvare l’ex-Trieste per mettere pressione, poi Allen ridà respiro alla Leonessa con due appoggi per il 52-57 di metà frazione; Green però non ha intenzione di fermarsi e pareggia la gara, mentre l’energia difensiva e la maggiore reattività danno il vantaggio ai padroni di casa (62-59). Le compagini costruiscono tiri con poca coscienza, ma è Brescia a sbagliare di più e a scendere sul 67-63 prima del quarto finale. Laquintana e Moss effettuano il sorpasso in avvio di frazione, ma l’ennesimo calo di concentrazione difensivo permette a Ulm di piazzare il controsorpasso: la gara si mantiene vivissima e in equilibrio per la prima metà, poi Green, Evans e Akpinar pescano un miniparziale che vale l’81-74 a meno di 3′ dalla fine; Hamilton però non ci sta a perdere e con due triple di fila riapre nuovamente il discorso, quando mancano 90” al termine. La tensione resta alta fino alle ultime azioni: Hamilton è stoico con la stoppata su Evans e la correzione su Allen in contropiede per il sorpasso a 18” dal termine, poi Reinhardt inventa un tiro dalla media (1/11 nella sua partita) per il nuovo sorpasso. Hamilton pasticcia sulla rimessa offensiva e Ulm gestisce gli ultimi secondi fino alla vittoria finale..

 

ULM: Reinhardt 5, Miller 18, Evans 11, Green 19, Guenther 3, Thompson 6, Akpinar 7, Philipps ne, Radosavljevic, Ugrai 2, Fotu 7, Kraemer 5

BRESCIA: Allen 15, Hamilton 23, Ceron 4, Abass 18, Laquintana 2, Caroli ne, Mika 6, Beverly 2, Zerini, Moss 8, Sacchetti 4

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.