Rimonta esterna per l’Olympiacos che batte Maccabi e torna a sognare i playoff

Coppe Europee Eurolega

MACCABI PLAYTIKA TEL AVIV – OLYMPIACOS PIRAEUS 87-89  d.t.s.
(18-13/22-20/15-19/18-21/14-16)

Vittoria in rimonta e dopo un overtime quella dell’Olympiacos che, lontana dal Pireo, si impone su un Maccabi Tel Aviv battagliero ma troppo flebile negli ultimi 25 minuti. I greci, al nono posto, sognano un posto tra le migliori otto, e con un andamento così (terza vittoria consecutiva) sognare è lecito.

Ottimo inizio dei padroni di casa che dopo un veloce batti e ribatti volano a +8 sulle ali della loro superstar Wilbekin. Ai greci non basta l’esclusivo apporto alla causa di Printezis , che mette 9 dei 13 punti parziali, e alla sirena il risultato fa sorridere solo la compagine locale (18-13). Due triple di Bryant sembrano dare il via a un accelerazione importante tra le fila gialloblu, ma il risultato cambia quando ad iscriversi alla partita è McKissic, mastino duro e ottimo attaccante; da lì il risultato oscilla tra uno e due possessi di differenza. Wilbekin riprova nel finale a regalare la doppia cifra di vantaggio ma ancora Sloukas ed Ellis rispondono picche per un comunque discreto risultato alla pausa lunga. Ancora tutto da giocare (40-33). 
Dopo aver solo accennato timidamente a una rimonta, gli ospiti rientrano in campo con un altro piglio e riescono in pochi minuti a pareggiare con Sloukas. Zizic e soci per un attimo riprendono in mano le redini della gara ma i tanti falli spesi consentono all’Olympiacos di andare frequentemente in lunetta, ritagliando qualche lunghezza che sul finale diventa importantissima. Chiude ancora avanti il Maccabi, ma questa volta solo di 3 punti e con ancora 10 minuti da vivere (55-52). La rimonta degli ospiti è presto completata con Sloukas che mette i punti del primo vantaggio biancorosso. Jean-Charles e Vezenkov seguono per il +5, i padroni di casa però ribaltano poco dopo e riacciuffano un +4 fondamentale grazie alla lunetta e al ritorno di Wilbekin. I greci riprendono ancora gli avversari pareggiando la disputa ma la gara, sui possessi, non riesce ad avere padroni. La parità costringe dunque ad altri cinque minuti di tempi supplementari (73-73).
L’Olympiacos chiude definitivamente la disputa nell’overtime, trascinata da Vezenkov, Sloukas e Larentzakis, fenomeni nel momento cruciale della gara. I padroni di casa tengono duro fino all’ultimo, trovando addirittura il -1 dalle mani di Hunter, ma ancora gli sforzi di Larentzakis valgono una vittoria in rimonta sofferta e desiderata (87-89).

MACCABI PLAYTIKA TEL AVIV: Wilbekin 25 – Bryant 15 – Zizic 12

OLYMPIACOS PIRAEUS: Sloukas 21 – Larentzakis 13 – Printezis 12

foto: eurohoops.com

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.