Rip Hamilton: “Popovich pensava che Kawhi Leonard fosse come Tim Duncan, ma non lo è”

NBA News

La vicenda relativa al mancato ritorno in campo di Kawhi Leonard in questa stagione, decisione presa dallo stesso giocatore in accordo col proprio staff e non con quello dei San Antonio Spurs, sta facendo parecchio discutere in queste settimane. Anche alcuni ex giocatori, come Scottie Pippen qualche giorno fa, si sono espressi sulla questione, l’ultimo a farlo è stato Rip Hamilton, in un’intervista al Washington Post.

Hamilton, campione NBA nel 2004, ha dichiarato:

Come scritto dai vari report: l’infortunio di Leonard è stato diagnosticato erroneamente. Non è Tim Duncan. Pop pensava che fosse Tim Duncan. Pensava fosse un Manu Ginobili o un Tony Parker o un ragazzo che avrebbe fatto qualsiasi cosa gli avesse detto di fare San Antonio. Solo che ora è andato ad ascoltare una seconda opinione ed ha scoperto che non è l’infortunio che gli avevano diagnosticato… Quindi ha deciso di prendere in mano personalmente la situazione e di badare a sé stesso. “Ho il mio staff medico personale che si occupa del mio infortunio, tornerò in campo a giocare quando starò bene”.

Se Leonard rimarrà agli Spurs? Penso di sì, perché guardate come Pop ha gestito la situazione di LaMarcus Aldridge l’anno scorso quando è andato a dirgli: “Ehi, voglio essere scambiato perché non ho abbastanza possessi in partita, non mi sento bene come a Portland dove ero il faro offensivo e ricevevo palla dove volevo”. Pop gli ha risposto: “Ok, sai che c’è? Ti daremo la palla dove ti piace”, quindi Aldridge sta vivendo una grande annata, penso che anche con Leonard sistemeranno le cose e lui tornerà e sarà pronto per giocare.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.