Riscossa Urania, espugnato il parquet di Casale Monferrato

Recap

Riscossa doveva essere e riscossa è stata. L’Urania Milano ha mandato al macero il cappaò casalingo contro la Bertram Tortona maturato pur avendo disputato una gara di spessore infliggendo alla Novipiù Casale Monferrato la terza sconfitta stagionale e seconda di fila sul parquet amico del “PalaFerraris” con il punteggio di 79-68.. Sotto di quattro punti nel primo quarto, i Wildcats di coach Davide Villa hanno saputo risalire la china non scomponendosi mai illuminati soprattutto dalla premiata ditta Raivio- Langston. Il primo, in particolare, è stato monumentale con i suoi 25 punti mandati a referto ovvero quasi un terzo del bottino totale dei milanesi. A Casale non è valso alcunchè, invece, l’ottimo momento di forma del cecchino Thompson.

PRIMO QUARTO – L’avvio delle ostilità è timbrato Casale con un iniziale vantaggio di 13-8 in cui si segnala soprattutto una tripla di Fabio Valentini. L’Urania, però, sfodera la carta dell’orgoglio e colpisce prima con Montano e poi con Raspino piantando in asso i piemontesi e portandosi sul 16-13 a favore. Il primo quarto, però, fà al termine pendere la bilancia a favore di Casale grazie a Thompson e il tabellone, dopo i primi dieci minuti, illumina il risultato di 23-19.

SECONDO QUARTO – Raivio dà il via alla scalata di Urania verso il sovvertimento del risultato ma Martinoni punge ancora su sponda monferrina ed è 25-24. I milanesi, però, schiacciano il pedale sull’acceleratore e si alzano in quota grazie a Raivio (31-38). Thompson cerca di fare rifiatare Casale ma l’Urania mette in cassaforte il vantaggio all’intervallo lungo grazie alle intuizioni di Raspino e Piunti: 37-45.

TERZO QUARTO – I Wildcats rendono più consistente la dimensione del fossato a loro favore e due tiri liberi di Raivio li portano avanti per 49-40. Casale non alza bandiera bianca e anzi dimostra di credere fortemente nella risalita, l’ex Bcc Treviglio Corban Collins la riporta  infatti sotto per 46-49. Tre punti soltanto adesso separano le due compagini. L’Urania, in particolare con Piunti e Franco, alza di nuovo la voce e questa volta si porta in vangaggio massimo per 62-49 a dieci minuti dalla sirena finale.

 

ULTIMO QUARTO – Fabio Valentini spara una serie di fiammate a beneficio di Casale, Langston, Raivio e Piunti in serie, però, disegnano la pronta risposta dei Wilcats. L’Urania dimostra di avere fretta di chiudere i conti e il concetto è pienamente ribadito da Piunti e Langston che la portano sul 73-58 a suo favore. La partita sembra ormai entrare nel forziere vittorie dei milanesi, Casale prova a infilare qualche colpo di sciabola con Tomasini ma Langston mette definitivamente fine al discorso portando il punteggio finale a 79-68 per gli ospiti.

 

MIGLIORI IN CAMPO

 

NOVIPIU’ JUNIOR BASKET CASALE MONFERRATO: SAM THOMPSON: stantuffo inesauribile, è un distributore automatico di punti che non dà mai segni di inceppamento, non servono, però, a Casale per evitare il secondo cappaò interno di fila.

URANIA MILANO : NIK RAIVIO: quantità e qualità per una giornata da incorniciare.

 

TABELLINO

NOVIPIU’ JUNIOR BASKET CASALE MONFERRATO: Thompson 17, Valentini F. 14, Martinoni 11, Collins 10, Camara 7, Tomasini 5, Donzelli 4, Giombini, Sirchia. N.e: Avonto, Lomele, Cappelletti. Coach: Mattia Ferrari.

URANIA MILANO: Raivio 25, Langston 19, Piunti 12, Montano 11, Raspino 6, Pesenato 4, Franco 2, Benevelli. N.e: Cavallero, Valsecchi, Bossi, Lazzari. Coach: Davide Villa.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.