Rivoluzione a Pistoia: dopo Esposito via anche Maltinti e Moore

Serie A News

Il mercato allenatori si infittisce sempre più per le squadre non impegnate nel post-season. E se per alcune il solo cambio di allenatore può già invertire la rotta, per altre c’è bisogno di qualcosa di radicale. Quasi di un cambio pagina.
Pistoia, dal canto suo, va verso questo secondo approccio e, nelle ultime ore, non ha sentito solo i saluti del suo allenatore Vincenzo EspositoBisogna essere realisti nel riconoscere quando finisce un ciclo tecnico e, per la mia esperienza a Pistoia, siamo a questo punto. In questi anni siamo cresciuti tutti insieme»); ad annunciare l’addio è stato anche il capitano della The Flexx Ronald Moore, dopo tre anni in Toscana.

A salutare è stato anche il presidente Roberto Maltinti, che ha confermato come, dal primo luglio, non siederà più nella poltrona della società bianco rossa. Le parole del patron, riportate dal quotidiano Il Tirreno, sono chiare: «Dovrà arrivare un nuovo presidente al mio posto, anche se, da quel che stiamo vedendo, non sarà un parto indolore. Sapevo già, dall’estate scorsa, che sarebbe stato il mio ultimo anno e, per come è andata la stagione, mi sono sentito come quando nel 1995 dovetti sopportare la retrocessione dalla B alla C con la Pistoiese: tutto girava per il verso sbagliato ed avevo davvero paura che il campionato potesse trasformarsi in una tragedia sportiva […] Fra 20 giorni compirò 70 anni e devo capire che non ho più la lucidità per ricoprire un ruolo così importante.» Maltinti ha assicurato la permanenza all’interno della società ma non è sicuro di chi lo succederà.
Per Esposito invece è quasi sicura la destinazione: nelle ultime ore si infittisce il nome di Sassari come possibile prossima panchina de El Diablo (secondo Il Tirreno in ballo un biennale). Che Ronald Moore possa seguire il suo coach per il quinto anno consecutivo?

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.