Rivoluzione Milano: cambi dirigenziali e in panchina, occhio a Peric e Hackett

Home Serie A News

Dopo l’eliminazione in gara 7 per mano della Dinamo Sassari, l’Olimpia Milano chiuderà la stagione senza neppure un trofeo in bacheca (sconfitta anche in Coppa Italia e in Supercoppa dai sardi) e con un percorso in Eurolega al di sotto delle aspettative. Il patron Giorgio Armani non può essere soddisfatto e per questo starebbe già pensando a grandi cambiamenti, a partire dalla dirigenza.

banchi-milano
Luca Banchi

Secondo La Gazzetta dello Sport la prossima settimana ci sarà un incontro fra lo stilista e Livio Proli: Armani vorrebbe rimetterlo alla guida della società e mantenere Flavio Portaluppi come general manager. Differenti le ipotesi paventate da La Repubblica, che ha fatto il nome di Leo Dell’Orco, storico braccio destro di Armani, come plenipotenziario. Al suo fianco dovrebbe esserci Claudio Coldebella, storico giocatore dell’Olimpia e attualmente dirigente di LNP, oppure Michele Morselli, da tempo nel mondo delle “red shoes” e molto vicino al patron. In questo caso Livio Proli verrebbe definitivamente tagliato fuori e Portaluppi manterrebbe la gestione della parte tecnica.

Per quanto riguarda la panchina, dando per scontata la partenza di Luca Banchi, la “Rosea” riporta che il sogno si chiama Simone Pianigiani, ma il ct ha un contratto in esclusiva con la Fip ed è praticamente impossibile vi rinunci prima degli Europei che valgono la qualificazione olimpica. Diverso il discorso di Sasha Djordevic, indimenticato ex giocatore dell’Olimpia e già allenatore nel 2006-07, attuale coach della Serbia e residente nel capoluogo lombardo. Il suo accordo con la federazione balcanica non dovrebbe essere esclusivo e la voglia di allenare anche un club importante di certo non gli manca.

Hrovje Peric
Hrovje Peric

Anche il mercato dei giocatori sembra essere già in fermento. Stando sempre alla “Gazza” di oggi Daniel Hackett potrebbe usufruire dell’escape Nba prevista dal suo contratto dato che i Mavericks insistono già da un paio di stagioni per fargli fare un workout; per DH23 ci sono anche sirene spagnole. In entrata i milanesi sarebbero interessati a Hrvoje Peric, finito nel mirino già da diverse settimane e candidato numero uno a sostituire il deludente Linas Kleiza, diretto allo Zalgiris. Bisogna però fare attenzione all’eventuale rilancio della Reyer e soprattutto a quali saranno gli uomini-mercato dell’EA7.

  •  
  •  
  •  

2 thoughts on “Rivoluzione Milano: cambi dirigenziali e in panchina, occhio a Peric e Hackett

  1. Ci credo che mette Michele Morselli. Da anni questo escort della periferia di Milano è il boyfriend a pagamento di re Giorgio, e aveva bisogno di un giocattolo con cui divertirsi. Evidentemente il superattico e il conto in banca non bastavano più…

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.