Robertson ed Aradori lanciano la Fortitudo, Roma meglio ma 8° ko di fila

Serie A Recap

POMPEA FORTITUDO BOLOGNA 95 – VIRTUS BOLOGNA 92

(22-18; 19-23; 28-16; 26-35)

Le due neopromosse si incontrano per la seconda volta in stagione: all’andata si era imposta la Virtus Roma con il punteggio di 79-65. In questa fase del campionato, invece, la Fortitudo si trova in piena zona playoff, a 20 punti, mentre la squadra di Bucchi viene dal periodo più difficile (7 sconfitte consecutive e lotta salvezza, nonostante una classifica corta). Match combattuto ed equilibrato, in cui la percentuale da 3 ha fatto la differenza (14/29 per la Effe e 5/17 la Virtus ma, fino a 2′ dal termine, 1/10). Una vittoria che lancia Bologna ma condanna Roma all’8° ko di fila.

Partenza positiva per Roma che, grazie ad Alibegovic e Kyzlink si porta avanti. La tripla di Aradori ed il canestro di Leunen invertono il trend, poi si accende Robertson che piazza il +9. Jefferson e Buford provano a smorzare gli animi ma Aradori punisce nuovamente dal perimetro. Alibegovic nel finale di prima frazione ricuce fino al 22-18. Baldasso e Pini impattano la gara; i viaggi in lunetta di Cinciarini però tengono in scia la Effe. Dopo aver subito i canestri di Rullo e Dyson che fanno mettere il naso avanti a Roma, la Fortitudo risponde con una pioggia di triple da parte di Mancinelli, Robertson e Leunen. Alibegovic è il vero faro dei capitolini e, con White, chiude la prima metà di gara in parità (41-41).

Al rientro in campo dagli spogliatoi la Effe è totalmente rigenerata: affidandosi alla sappiate regia di Fantinelli, la squadra di Martino riesce a trovare sempre l’uomo libero. Le bombe di Leunen, Aradori e Robertson fanno malissimo a Roma che precipita sul -11. Jefferson prova a scuotere i suoi ma il 2+1 di Daniel sigla il 69-57 di fine terza frazione.

Nei primi minuti dell’ultimo periodo di gioco Baldasso, Pini e Kyzlink si caricano Roma sulle spalle, tornando a -4 e facendo tremare la Effe. La mano di Robertson però non trema affatto, piazzando 8 punti pesantissimi ed armando anche la mano di Aradori. La Virtus non riesce a reagire e sembra ormai fatta per la Effe che inizia a festeggiare, distraendosi troppo. Più concentrata sulla differenza canestri che alla vittoria, i capitolini si ritrovano a -2 a 1’ dal termine, grazie ad una rimonta fatta di contropiedi, guidata da Baldasso. Aradori la chiude dalla lunetta 95-92.

TABELLINI:
FORTITUDO BOLOGNA:

Robertson 22, Aradori 26, Cinciarini 5, Mancinelli 6, Dellosto n.e., Leunen 11, Sims 12, Fantinelli 8, Daniel 5, Stipcevic

All. Martino

VIRTUS ROMA: 

Cusenza n.e., Alibegovic 24, Rullo 2, Dyson 4, Baldasso 17, White 3, Pini 6, Farley n.e., Spinosa n.e., Jefferson 15, Buford 13, Kyzlink 8

All. Bucchi

Clicca qui per il boxscore completo

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.