Roma sfiora il colpaccio, Haynes trascina Siena alla vittoria in Gara-1

Home
FINAL EIGHT - mps siena vs acea roma - 7 feb 2013 - photo alessiabruchi2014 (1)
www.sienafree.it

Mens Sana Siena – Virtus Roma 75-73

(21-20 ; 39-36 ; 62-55)

Subito molto combattuta la semifinale tra Siena e Roma, una sorta di remake delle scorse finali scuedetto. Gara-1 si conclude con il successo, ma solo nel finale, della Mens Sana, che tra le mura amiche non fallisce guidata da uno straordinario Marquez Haynes. Coach Crespi schiera il quintetto composto proprio dall’ex Milano, Erick Green, Josh Carter, Tomas Ress e Benjamin Ortner, Dalmonte risponde con Phil Goss, Bobby Jones, Riccardo Moraschini, Quinton Hosley e Trevor Mbakwe.

Nel primo quarto regna l’equilibrio: apre una schiacciata di Ortner, Siena si porta fino al 6-0 ma poi viene recuperata da due triple consecutive di Jones, mentre Mbakwe impatta per due volte la parità. Marquez Haynes si iscrive al tabellino con due tiri liberi al settimo minuto di gioco, ma Roma passa addirittura a condurre con i canestro di Jones e Mbakwe (16-20), ma il primo periodo viene chiuso da un mini break di 5-0 firmato da Nelson e Viggiano, Siena torna a condurre 21-20. Dopo due minuti senza punti, Hunter apre le danze del secondo quarto con il canestro del +3 (23-20), mentre Janning e Haynes firmano il 30-22. Siena mantiene un discreto margine nonostante la buona prestazione di Bobby Jones, che continua a segnare e tiene in partita la Virtus. Il primo tempo si chiude con un canestro di Goss che accorcia le distanze sul 39-36.

Haynes fa intendere che sarà un secondo tempo diverso aprendo il terzo quarto con una tripla, Siena prova a scappare e la tripla di Ortner vale il +7 (47-40); Hunter è autore di un personalissimo parziale di 6-0, ma Goss è vivo e mantiene Roma a -3 (55-52). Marquez Haynes segna la tripla del +7 in chiusura di terzo periodo (62-55). L’ultimo quarto procede sulla falsariga del terzo, poi Haynes carica la tripla del +10 (69-59) che è come un macigno su Roma. La Virtus però non si arrende e inizia la rimonta: Hosley e Mayo costruiscono un break di 6-0 (71-67), inizia poi un valzer dei tiri liberi interrotto da un canestro di Haynes e un errore dell’americano poco dopo. Questo permette a Roma, con due liberi di Hosley, di riportarsi a -2 con 40 secondi sul cronometro. Ortner perde palla, la Virtus avrebbe l’opportunità di vincere il match o almeno mandarlo ai supplementari, ma Hosley fallisce la penetrazione e Siena può tirare un sospiro di sollievo.

MVP: Marquez Haynes = segna 26 punti e ci aggiunge 6 assist, parte lento ma si scatena negli ultimi tre quarti, una sentenza dalla lunetta.

Mens Sana Siena: Haynes 26, Green 10, Hunter 10, Nelson 8, Ortner 5, Carter 4, Janning 4, Viggiano 4, Ress 2, Cournooh 2, Udom NE, Bucarelli NE.

TL 15/16   T2 21/34   T3 6/23
Rimbalzi: 29 (Hunter 9)
Assist: 14 (Haynes 6)

Virtus Roma: Jones 18, Mbakwe 15, Goss 14, Mayo 11, Hosley 10, Moraschini 3, Kanacevic 2, Baron, D’Ercole NE, Righetti NE, Tonolli NE, Reali NE.

TL 19/22   T2 21/44   T3 4/15
Rimbalzi: 33 (Mbakwe 11)
Assist: 13 (Holsey e Goss 4)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.