Roseto fa, disfa, ma porta a casa i due punti dopo un overtime con Forlì

Home Serie A2 Recap

Unieuro Forlì – Roseto Sharks 76-84

(14-21; 25-36; 46-56; 68-68)

La prima sorpresa all’Unieuro Arena arriva con la lettura delle formazioni, coach Valli non è presente causa febbre e l’Unieuro Arena regala applausi scroscianti all’ex Pierich.

L’avvio è contratto per entrambe le squadre. Nei primi minuti, i più vivaci tra le fila ospiti sono Eboua e Nikolic. Per Forlì le solite note positive arrivano da Marini e da un Lawson molto attivo nel pitturato avversario, con rimbalzi, punti e falli guadagnati. Sherrod mette i primi punti del match giocando in post basso. Primi cambi a 4 minuti dalla fine con Bonacini per Giachetti, dentro anche Oxilia e Donzelli. Per gli abruzzesi è il turno di Rodriguez e Pierich. Il quarto si chiude con Sherrod che punisce appoggiando due canestri di fila. Marini fa 0/2, Roseto spreca una buona ripartenza sul +7, Donzelli fa fallo in attacco e Roseto ha l’ultimo possesso del quarto ma la tripla di Rodriguez non va a segno. Si chiude sul 14-21.

Sherrod continua sulla falsariga dei primi dieci minuti. Una bella azione al secondo minuto di gioco porta DeLaurentiis ad affondare due punti facili, seguita da un recupero che porta due punti di Oxilia con coach D’Arcangeli a fermare il buon momento casalingo (18-23). Dopo un’inchiodata di Sherrod è il turno di Giachetti che entra in partita con due punti dalla media e 2/2 dalla lunetta. Dopo qualche passaggio a vuoto Serra chiama minuto, ma Akele finalizza un’ottima rubata e consegna un nuovo +5 agli ospiti. Sherrod devastante in svitamento in post basso e l’ex Pierich a mettere la tripla del +10 (22-32), con nuovo timeout casalingo. Oxilia da tre prova a scuotere i suoi (unico canestro della seconda metà del quarto per i suoi) e il pubblico del Palafiera, ma uno Sherrod incontenibile (11pt frutto di 5/7, 3 rimbalzi, 4 assist all’intervallo) e Nikolic allo scadere su Lawson chiudono il primo tempo sul 25-36.

Nikolic riprende da dove aveva chiuso alla sirena, ma dopo un tempo rimasto a guardare è Johnson che si sveglia con la tripla dall’angolo, subito corrisposto da Akele. Roseto continua a giocare e sale a +14, ma si svegliano gli americani di casa: Lawson si sblocca dall’arco e Johnson inizia a suonare la carica con le sue fiammate, tanto da portare al time out  D’Arcangeli con il tabellone sul 33-42 e due liberi per Lawson (che realizza a metà). Roseto guadagna nuovamente la doppia cifra di vantaggio grazie a Eboua, I romagnoli, dopo le fiammate di inizio ripresa non riescono a continuare a realizzare canestri, così arriva il nuovo +12. Oxilia non concretizza il 2+1 ma dal rimbalzo di Lawson, Giachetti inventa 2 punti per il 40-46 che accende il Palafiera. Pierich al rientro piazza una tripla e Roseto riprende quota quando mancano due minuti e 22 secondi, forzando anche i 24 secondi dell’attacco forlivese. Akele realizza due canestri consecutivi per il nuovo +10 con cui si chiude il terzo periodo: 46-56.

Marini a sette minuti dalla fine mette una tripla, Forlì stringe le maglie in difesa e con una nuova tripla di Johnson e un tap in di Marini rientra in partita sul 56-60 a 5’43’’ dalla fine con D’Arcangeli a chiamare timeout. Akele con due canestri raggiunge quota 20 personali e porta ossigeno ai suoi, ma si fa confusione da entrambe le parti e coach Serra vuole parlarci su per gli ultimi 2’45’’ sul 58-64. Da una palla recuperata Johnson si invola per l’appoggio con fallo, ma non realizza l’aggiuntivo e si rimane sul -4. Pierich guadagna 2 liberi ed è freddo a realizzarli per dare tranquillità ai suoi, Marini sparacchia da tre punti, seguito da Akele. Dopo tre tentativi a vuoto e tre rimbalzi offensivi il protagonista diventa Johnson che realizza da tre al quarto tentativo e forza l’infrazione di campo abruzzese. Ultimi 32’’ con il tabellone sul 63-66 e minuto in campo. Bel pick&roll dopo la rimessa tra Johnson e Lawson, finalizzato dall’ex Virtus e nuovamente minuto per D’Arcangeli che vuole guidare i suoi per gli ultimi 23 secondi e 9 decimi (65-66). Rodriguez subisce fallo, va in lunetta, ma realizza a metà, consegnando a coach Serra il minuto per disegnare l’ultimo attacco (65-67). La tripla di Marini è forzata e fuori equilibrio, Sherrod conquista il rimbalzo, ma anche lui realizza un solo canestro. Con 8 secondi alla fine Johnson si fa dare palla, supera la metà campo e realizza la tripla centrale che regala altri 5 minuti di emozioni al Palafiera.

L’overtime si apre con una tripla di Pierich e Giachetti fa 2/2 ai liberi. Oxilia commette l’ingenuità di fare fallo su Pierich in uscita dai blocchi, segue 2/2 dalla linetta. Marini da tre riporta la parità a 73, ma Pierich è on fire e continua a realizzare per i suoi, i due liberi di Rodriguez portano due possessi di vantaggio, ma Lawson punisce dall’angolo per il -1. Lawson difende sul perimetro e forza Rodriguez all’errore, ma è impreciso sull’altro lato del campo. Marini commette fallo a rimbalzo sullo stesso Rodriguez, che realizza entrambi i liberi e dà tre lunghezze di vantaggio ai suoi a 35 secondi dalla fine. Marini, va in penetrazione, sbaglia e dalla lotta a rimbalzo trionfa Rodriguez che subisce fallo dello stesso Marini, che nervoso, protesta con gli arbitri e viene espulso. Girandola di liberi per Roseto che vince 84-76.

Unieuro Forlì: Giachetti 10, Johnson18, Lawson 18+11 rimb, Marini 15

Roseto Sharks: Pierich 15, Akele 22, Person 10, Sherrod 13 + 9 assist + 9 rimb

Clicca qui per le statistiche complete

 

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.