Roy Hibbert non è più un fan di Drummond, il giocatore dei Pistons: “Me ne farò una ragione”

Home

Indiana Pacers v Detroit Pistons

Scintille tra Roy Hibbert ed Andre Drummond dopo la partita di Martedì notte tra Indiana Pacers e Detroit Pistons. Hibbert, che ha chiuso quella partita, vinta dai Pacers, con 8 punti, 10 rimbalzi e 7 stoppate, mentre il suo diretto avversario Drummond non è andato oltre i 6 punti e 9 rimbalzi, condizionato dai falli. Al centro di Indiana, che già più volte ha dimostrato di non avere peli sulla lingua, non è però andato giù il comportamento del centro avversario, così dopo la partita ha rilasciato delle dichiarazioni polemiche:

A dir la verità ero un fan di Drummond fino a questa sera. E’ davvero un ottimo prospetto per il futuro, ma mi è sembrato che parlasse un po’ troppo. Lui ha un incredibile avvenire ed io ero un suo tifoso, pensavo che quest’anno sarebbe stato quello della sua esplosione. Gli auguro il meglio, può schiacciare a canestro, è un gran rimbalzista, riesce agilmente a stoppare una grande quantità di tiri. Avrà un futuro luminoso, ma non sono più un suo fan.

Evidentemente il trash-talking di Drummond non è piaciuto a Hibbert, il giocatore dei Pistons ci ha però tenuto a rispondere per le rime, appena saputo delle parole dell’avversario:

Ho perso un fan, me ne farò una ragione. Parlare è parte del gioco, faccio tutto quello che posso per deconcentrare l’avversario e ovviamente stavolta ha funzionato se questa è stata la sua reazione. Stavo soltanto facendo la mia partita.

[banner network=”altervista” size=”300X250″ align=”aligncenter”]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.