Dopo Pesaro-Milano, le parole di Galli, Artis e Pianigiani

Serie A News

Simone Pianigiani, Milano

Diciamo bene e dico bene anche se nel secondo tempo abbiamo a volte perso un pò la bussola, abbiamo avuto dei cali di concentrazione soprattutto in difesa ma questi siamo ora, senza Gudaitis e Nedovic e quindi a volte ci capita di andare in campo con dei quintetti che non sarebbero quelli con cui effettivamente ci siamo allenati o con quelli con cui pensiamo di giocare. Comunque dico bene , perchè questo periodo è un momento in cui bisogna un pò tapparsi gli occhi di fronte a cose che non vanno e prendere ciò che di buono invece viene ed oggi posso dire che è andata bene la voglia della squadra di ripartire in modo convincente e di riprendere il ritmo in attacco ed in difesa dopo che Pesaro ha provato a rientrare. Onore anche a Pesaro per un secondo tempo di qualità. Bene anche il nostro approccio alla gara con le sole 3 palle perse in tutto il primo tempo e questo va visto come un segnale forte che la squadra ha dato di prendere subito il vantaggio ed instradare il match sui binari che volevamo.

 

Massimo Galli, Pesaro

A dire la verità, dal punto di vista dell’intensità difensiva è chiaro che c’è stato un approccio totalmente diverso tra il primo ed il secondo tempo perché ci sono stati momenti negli ultimi minuti del primo quarto e per tutto il secondo quarto in cui abbiamo avuto poca qualità in attacco, pessima transizione difensiva e pessima difesa di squadra in generale, tanto che abbiamo preso un parziale in pochissimi minuti di 11 a zero sul 20 pari. Lavoriamo tantissimo in settimana e cerchiamo sempre di approcciare il match nella maniera migliore questo è chiaro tanto che stavolta rispetto a Venezia una risposta c’è stata ed anche forte con uno switch di atteggiamento che ha permesso alla squadra di essere lì fino alla fine. Poi è chiaro, non è nemmeno semplice affrontare due squadre come Venezia e Milano una dietro l’altra ma bisogna partire da quello che abbiamo imparato anche oggi in campo per migliorare e migliorarci.

Dominique Artis, Pesaro

Ringrazio per i complimenti per il match che ho giocato, anche se l’atteggiamento in difesa non è stato quello che volevamo per tutta la gara. Dopo il primo tempo il coach ci ha sfidato sulla difesa e ci ha aggredito dicendo proprio di migliorarla. Siamo ripartiti mettendo molta pressione, cercando di recuperare palloni e questo ha fatto la differenza. Faccio fatica a darti una risposta circa perché l’atteggiamento sia stato diverso tra primo e secondo tempo, però sappiamo che abbiamo questo problema, e ora che lo sappiamo si può dire che ripartiamo da qui, perché l’atteggiamento del secondo tempo è quello giusto che il nostro pubblico vuole e che la nostra gente chiede. Gli allenamenti sono sempre duri e molto competitivi e non abbiamo nemmeno una giornata libera, perché siamo consapevoli che dobbiamo migliorare e che dobbiamo conoscerci di più.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.