volkov

Sasha Volkov, dall’oro olimpico al campo di battaglia in Ucraina

Estero Home

Sasha Volkov è stato uno dei migliori giocatori sovietici degli anni ’80 e ’90, protagonista in Europa e in NBA tra CSKA Mosca, Atlanta Hawks, Viola Reggio Calabria, Panathinaikos e Olympiacos, oltre che vincitore dell’oro olimpico a Seul 1988 con l’URSS. Il classe 1964 è nativo di Omsk, in Siberia, ma è russo solo di nascita: è ucraino da quando l’Unione Sovietica si è sciolta e tra fine anni ’90 e inizio anni 2000 è stato un membro del Parlamento dell’Ucraina, per qualche mese è stato Ministro dello Sport e dal 2007 è a capo della Federazione di basket del Paese.

Perché ne parliamo ora? Perché sui social sta circolando una foto dell’uomo in tuta militare e con un fucile di fianco, intento a combattere nel conflitto che vede l’Ucraina invasa dalla Russia. In quel momento Sasha Volkov stava effettuando una ronda per le strade di Kiev. La foto sarebbe stata mandata dallo stesso Volkov ad alcuni amici del mondo del basket italiano come Charlie Recalcati, come scritto dalla Gazzetta dello Sport.

Basketball legend Sasha Volkov reportedly fighting to defend his country  from invasion

Volkov è membro della FIBA Hall of Fame dal 2002 e in Italia, a Reggio Calabria, ha giocato nella stagione 1992-93. Nel 1986 venne chiamato con la 134° scelta assoluta al Draft NBA da Atlanta, dove però si trasferì 3 anni più tardi e dove rimase per 3 stagioni con 6.8 punti di media. È stato il primo ucraino a mettere piede in NBA.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.