Dalla Sardegna a Milano per assistere alla storia: il racconto di un tifoso

Home
La compagnia aerea Meridiana Fly, si è resa disponibile con il residente Sardara, fornendo ala società sassarese un proprio aereo (travelquotidiano.com)
La compagnia aerea Meridiana Fly, si è resa disponibile con il residente Sardara, fornendo ala società sassarese un proprio aereo (travelquotidiano.com)

Chi si sarebbe mai immaginato che in semifinale si affrontassero Sassari e Reggio Emilia? Credo che neanche i più ottimisti venerdì pensassero una cosa del genere. Eppure a Sassari, già da sabato mattina, c’era già chi pensa di volare a Milano e vedere l’eventuale finale di Coppa Italia. Al termine di un match soffertissimo contro la Grissin Bon Reggio Emilia, la Dinamo Banco di Sardegna ottiene la sua prima finale di Coppa Italia della storia. Dalle 22.15 di sabato 8 Febbraio, il pubblico sassarese comincia a cercare il modo più economico per poter vedere i propri beniamini nella storica finale.  Il presidente Stefano Sardara, a sorpresa, comunica sul proprio profilo ufficiale di Facebook che grazie a un volo charter della compagnia aerea Meridiana, i fan della Dinamo avrebbero potuto recarsi a Milano, per assistere alla partita della storia. I 150 posti disponibili vengono esauriti in un batter d’occhio tant’è che molti prenotano il viaggio con altre compagnie aeree pur di non mancare all’appuntamento.

Di primo mattino, i 150 fortunati si ritrovano alla Club House pronti per affrontare un lungo, ma piacevole viaggio verso il capoluogo lombardo. Alle ore 11.30 si parte alla volta di Olbia. Una volta arrivati nella città portuale, con tanti sorrisi, i sassaresi partono e i ragazzi socializzano tra loro. Tra una chiacchiera e l’altra il volo finisce sereno con un meritato applauso per l’esperto pilota.

All’aeroporto di Linate i tifosi del “Commando”, fanno subito capire che sono arrivati a Milano per conquistare quel tanto agognato trofeo e, davanti agli occhi di numerosi milanesi, i tifosi sassaresi urlano a squarciagola il coro “in casa giochiamo noi”. Una volta riposati, si parte finalmente alla volta di Assago, direzione Mediolanum Forum (e lì la tensione era già alle stelle).

Si entra finalmente dentro l’immenso palazzetto milanese. Alcuni tifosi avevano assistito già alla straordinaria partita contro l’Olimpia Milano e altri anche a quella contro la Reggiana.
Negli occhi dei tifosi si legge l’ansia e l’incredibile voglia di sostenere i ragazzi verso l’impresa.

Ore 18.00: ecco giunto il momento della palla a due. Sassari parte forte e chiude il primo tempo sul +17 e durante la pausa lunga era letteralmente vietata la parola vittoria.

Siena è una squadra abituata a vincere e quando si porta sul -3, i tifosi della Dinamo capiscono che è giunto il momento di dare il tutto per tutto, ma la compagine biancoblù si riporta subito sulla doppia cifra di vantaggio grazie al “folletto di Norristown”.

A pochi minuti dalla fine, con la Dinamo in completo controllo del match, comincia a riecheggiare il coro “i padroni della Coppa siamo noi”.

La Dinamo alza la Coppa (notizie.tiscali.it)
La Dinamo alza la Coppa (notizie.tiscali.it)

Ore 20 circa: la Dinamo è CAMPIONE. La squadra sarda vince per la prima volta nella sua storia la Coppa Italia. I giocatori vanno a ringraziare i 150 (e oltre) tifosi arrivati dalla Sardegna, il Presidente alza la Coppa davanti agli occhi di tutti i tifosi (queste immagini rimarranno impresse nella mia memoria per molto tempo).
Fiumi di birra, cori, abbracci, smartphone e fotocamere regnano sovrani e nessuno vuole perdersi un momento della festa.
Si arriva a Sassari e si torna a casa tutti felici come bambini.

Un'immagine della festa tenutasi ieri presso ala Club House (notizie.tiscali.it)
Un’immagine della festa tenutasi ieri presso ala Club House (notizie.tiscali.it)

Voi penserete che la festa sia finita, ora Sassari si concentrerà sul campionato. Bene, vi sbagliate. Su Facebook viene creato il gruppo “Accoglienza Dinamo Coppa Italia 2014”, in cui i tifosi fin da lunedì si impegnano a organizzare una festa a sorpresa per i 12 eroi del Forum. La sorpresa salta, ma ciò che rimane è la festa. Nella serata di ieri (13 Febbraio, ndr), nel piazzale di fronte al Palazzetto, un discreto gruppo di tifosi ha accolto i propri beniamini che alzavano a ruota la tanto “amata” Coppa.

Sono certamente ricordi che rimarranno nel nel cuore mio e di tutti quei sassaresi che hanno vissuto quest’incredibile esperienza e che quel meraviglioso 9 Febbraio erano presenti al Mediolanum Forum. E credo che rimarrà nel cuore anche di coloro che hanno visto quel match “solo” in televisione.

[banner network=”altervista” size=”300X250″ align=”aligncenter”]

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.