Sassari domina per 30′, poi rischia, ma alla fine pareggia la serie

Home Serie A News

Dinamo Banco di Sardegna Sassari – Umana Reyer Venezia 95-88

(23-16; 28-25; 30-24; 14-23)

Dopo aver dominato per 30′ la Dinamo Sassari spreca tanto nell’ultimo e decisivo quarto e Venezia avrebbe anche la palla del pareggio, ma Daye stavolta non trova nemmeno il ferro e poi, la Dinamo, dalla lunetta firma la seconda vittoria nella serie. Martedì si torna a Venezia, per un’importantissima gara 5.

Il match con i canestri di Cooley e Stone rimane in equilibrio nei primi minuti di gioco, ma è Sassari che tenta un mini allungo e con la tripla di Pierre si porta sul +5: 9-4.Watt sblocca l’attacco veneziano, ma la Dinamo con i liberi di Cooley e Thomas a 2’30” dalla fine del primo quarto è avanti 17-8. Tonut si carica sulle spalle la Reyer e con 5 punti consecutivi riporta a contato i veneti: 17-13. Cooley e Smith ridanno fiato a Sassari che chiude il primo quarto avanti 23-16.

Nel secondo quarto è sempre Sassari ad avere il pallino del match e trascinata da Spissu e Magro al 13′ si porta sul +11: 31-20. La Dinamo chiude bene le maglie in difesa e in attacco Spissu e Carter trascinano i sardi fino al +15: 39-25. Bramos e Haynes provano a ridurre il gap per Venezia, che accorcia a -8: 49-41. La Dinamo amministra il vantaggio e il primo termina con Sassari avanti 51-41.

Al ritorno dagli spogliatoi Haynes parte con il giusto piglio e con 5 punti consecutivi regala a Venezia il -5: 51-46. La Dinamo però risponde presente e col duo CooleyThomas ritrova subito la doppia cifra di vantaggio. La Reyer ancora una volta non molla la presa e in un batter d’occhio, anche complice il fallo tecnico fischiato a Pozzecco torna a contatto: 56-53. E’ una gara fatta di parziali e di contro parziali e stavolta è Sassari a realizzare un mini break, che vale il nuovo +9: 67-58. Stone sblocca Venezia, ma l’inerzia del match è tutta nelle mani di Sassari, che trascinata dal calore del suo pubblico con la tripla di Smith si porta sul +14: 75-61.
Il quarto scivola via senza nessun parziale degno di nota e si va all’ultimo mini intervallo con Sassari avanti 81-65.

Nel quarto periodo Venezia prova a rifarsi sotto e sfruttando qualche errore di Sassari, la Reyer si riporta a –12: 83-71. In 5′ Sassari segna solo 4 punti e Daye prima e Bramos poi realizzano le triple del -7 a 4’30” dalla fine: 85-78. La Dinamo non riesce a essere più quella concreta vista nei primi 30′ e Venezia torna prepotentemente in partita sull’86-81. La tripla di McGee sblocca Sassari dopo un lunghissimo digiuno, ma dall’altra parte del campo Daye si dimostra ancora una volta una e propria spina nel fianco per la difesa sassarese e risponde presente per l’89-84. Haynes firma il -3, Daye avrebbe la palla del pareggio, ma a differenza di gara 3 stavolta non trova nemmeno il ferro e si resta così sull’89-86 in favore della Dinamo. Venezia ricorre al fallo sistematico, McGee e Carter sono perfetti dalla lunetta e regalano alla Dinamo il 2-2. Sassari batte Venezia 95-88. Da segnalare dopo la sirena finale un alterco tra Stone e Cooley.

Dinamo Banco di Sardegna Sassari: Spissu 9, Smith 10, McGee 11, Carter 12, Devecchi 0, Magro 2, Pierre 12, Gentile 0, Thomas 19, Polonara 2, Diop NE, Cooley 18

Umana Reyer Venezia: Haynes 22, Stone 7, Bramos 9, Tonut 7, Daye 16, De Nicolao 6, Vidmar 6, Biligha NE, Giuri 2,  Mazzola 0, Cerella 3, Watt 10

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.