Coppa Italia, Final 4: Sassari fa la storia al termine di una gara fantastica

Home

E’ uno spot per il basket italiano la partita che consegna a Sassari conquista la sua prima storica finale al termine di una gara fantastica, in cui Reggio Emilia è un avversario validissimo, che getta il cuore oltre l’ostacolo e trova un James White pazzesco. E’ uno spot per il basket per lo spettacolo che regala appunto White, vero trascinatore della squadra e Kaukenas, chirurgico come al solito. Dall’altra parte però lo spettacolo lo regala il miglior Travis Diener della stagione, autore di 26 punti e giocate clamorose, non è da meno il cugino Drake che si “ferma” a 18 di pregevole fattura e Caleb Green, 15 tra cui i 3 che decidono la partita. Lo spettacolo è anche vedere un ’96 (Mussini), un ’94 (Tessitori), un ’93 (Sillins) e un ’91 (Cervi) protagonisti in quintetto base e forse segnale che qualcosa stia davvero cambiando.

CRONACA

Quintetti

Reggio: Mussini, Bell, White, Sillins, Cervi

Sassari: T. Diener, Devecchi, Thomas, C. Green, Tessitori,

Travis Diener (isolabasket.it)
Travis Diener (isolabasket.it)

I PERIODO – Travis, poi White, infine arriva anche Gordon. Partita vibrante fin da subito: Sassari colpisce tre volte dalla lunga con Devecchi e Caleb Green, per Reggio risponde James White ma dopo 3′ è già 11-4. Ricuce subito Troy Bell con 7 punti in fila per il -1. Travis risponde con la tripla e l’arresto e tiro, costringendo Menetti a togliere il baby Mussini, mentre Sacchetti fa esordire in questa Coppa Italia Drew Gordon. White con altri quattro punti risponde a Travis e tiene lì i suoi, ma Gordon dimostra di essere pienamente recuperato con 7 punti in successione per il 26-19 che chiude la prima frazione di gioco.

II PERIODO – Senza respiro; nel finale break per Sassari. In avvio di secondo quarto si fa vedere Antonutti che insacca 5 punti da fuori grazie al lavoro di White, capace poi di andare a chiudere in contropiede per il -2 (31-29), nonostante i due Green colpiscano uno da fuori (Caleb) e l’altro con l’arcobaleno (Marques). Sassari è bloccata in attacco e molle in difesa, così Reggio sorpassa sul 31-33 dopo due buoni attacchi; si sblocca però Drake con due canestri e l’assist per Thomas che valgono il nuovo sorpasso. Partita davvero bellissima: Travis in contropiede, poi due triple di Kaukenas e una di Drake. Arriva un break per Sassari, brava a sfruttare un fisiologico calo della Grissin Bon: Thomas due volte in solitaria, Travis e Gordon dalla lunetta e un canestrone di M. Green valgono il +10. White manda in archivio un primo tempo spettacolare col suo diciannovesimo punto per il 53-45.

James White
James White

III PERIODO. Reggio rischia il crollo, ma resta viva. Travis Diener molto attivo alla ripresa del gioco, ma Cervi e Filloy tengono lì Reggio Emilia lasciando invariate le distanze. Menetti prova a mischiare le carte abbassando il quintetto con White e Sillins sotto canestro, si adegua Sacchetti inserendo il doppio playmaker. Si segna meno rispetto al primo tempo, ma la Dinamo torna a +12 con una tripla e un pazzesco gioco da tre punti di Drake Diener, poi Thomas insacca dall’angolo per il +15, mettendo alle corde la squadra di Menetti. La Grissin Bon però evita il tracollo grazie ai liberi di Bell e si rialza grazie a Kaukenas e White, che confezionano un alley oop da applausi e tengono la loro squadra a -9 all’ultima pausa (74-65).

Caleb Green
Caleb Green

IV PERIODO. Che spettacolo! La decidono i Diener e Caleb Green. Botta e risposta Kaukenas – Caleb Green, poi Travis insacca un pesantissimo long two per il +11 dopo il recupero di una palla vagante. White e Pini provano a tenere lì Reggio con giocate d’intensità, ma Marques Green buca subito la zona con la tripla. Reggio Emilia però è encomiabile e non vuole saperne per mollare: la zona paga notevoli dividendi grazie all’aggressività difensiva, dall’altra parte White inventa per Cervi e Kaukenas spara la bomba del -6 (81-75) a 4′ dalla fine. In uscita dalla sospensione Drake Diener colpisce da lontanissimot e Travis lo imita nell’azione successiva, rispedendo la Grissin Bon -12 con 3′ sul cronometro. Partita in ghiaccio? Neanche per sogno: Kaukenas fa 2/3 dalla lunetta, White schiaccia in contropiede, poi Cervi scrive quattro punti consecutivi per il -4. Ma questa è la serata di Travis Diener, che firma il fade away del +6. James White si prende la responsabilità: canestro e fallo con libero segnato per il -3 a 40 secondi dalla fine. Il canestro che decide la partita però è di Caleb Green che colpisce con la tripla del +6 a 20” dalla fine: game, set and match Dinamo. Finisce 92-86, Sassari vola in finale, Reggio Emilia torna a casa ma con grandissimo onore.

[banner]

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.