Sassari scivola fino al -26, poi rialza la testa e passa: è semifinale

Coppe Europee Europe Cup

Dinamo Banco di Sardegna Sassari-Pinar Karsiyaka 83-83
(agg. 170-151)

(12-23; 16-29; 22-17; 33-14)

Al termine di una partita decisa solo nell’ultimo quarto, la Dinamo pareggia con il Pinar Karsiyaka per 83-83, dopo essere stata anche sotto di 26 punti sul 33-59. Sassari ottiene così uno storico pass per le semifinali di FIBA Europe Cup, dove sfiderà l’Hapoel Holon.

Parte meglio il Pinar, che dopo l’iniziale vantaggio di Thomas, stringe le maglie in difesa e con il 3/3 di Sek Henry, si porta sul 6-12. Smith e Pierre permettono alla Dinamo di amministrare il vantaggio, ma il Pinar non molla e con Marei si porta sul 12-20 (99-88). Il ferro sputa per due volte le triple di McGee e la tripla di Henry chiude il quarto sul 12-23 (agg. 99-91).

Nel secondo quarto la musica non cambia ed è sempre il Pinar a fare la partita e con la tripla di Ugurlu si porta sul -2 14-31 (101-99). Polonara prova a ridare fiato alla Dinamo, ma gli ospiti non mollano la presa e con altissime percentuali al tiro ribaltano la situazione dopo soli 15’: 105-108. La Dinamo non riesce a trovare il bandolo della matassa e il Pinar con Batuk trova il +5: 105-110. Anche complice il fallo tecnico fischiato alla panchina del Pinar, la Dinamo tenta, timidamente, di entrare in partita: 23-42.
Henry, da casa sua, realizza l’ottava tripla di giornata per il Pinar, che conserva così il vantaggio: 26-47 (+2 totale). Il quarto è tutto di marca turca e, gli ospiti, dopo un primo tempo dominato in lungo e in largo vanno al riposo avanti 28-52 (agg. 115-120).

Al ritorno dagli spogliatoi, il Pinar, continua a tirare con percentuali altissime e al 23′, grazie a uno scatenato Henry, è avanti 33-59 (120-127). La Dinamo prova a stringere le maglie in difesa e con due triple consecutive di Smith si porta a -1: 126-127 (39-59). Il match rimane in equilibrio nella parte centrale del quarto, con le due squadre che trovano con difficoltà la via del canestro e al 26′ il match è in perfetta parità: 43-62 (130-130). Il quarto scivola via senza nessuna particolare emozione e si va all’ultimo mini intervallo con il Pinar avanti di 19 punti (parità tra andata e ritorno: (137-137).

Nel quarto periodo la Dinamo prova a prendere in mano le redini del match e con il canestro impossibile di Spissu si porta sul 55-69 (142-137). Ugurlu con l’1/2 dalla lunetta sblocca il Pinar, ma la tripla di Spissu regala alla Dinamo prima il +7, poi il +9: 147-138 (60-70). I turchi escono completamente dalla partita. Polonara realizza il +11, poi Henry, dopo aver subito un normale fallo di gioco da McGee, reagisce e si becca l’antisportivo. Nella stessa azione, a gioco fermo, anche Spissu si becca un fallo tecnico. Al termine della girandola di liberi e del possesso sassarese, la Dinamo è avanti 153-139 (66-71). Il Banco continua a premere il piede sull’acceleratore e con Cooley trova il -1: 70-71Walker è il principale terminale offensivo degli ospiti, ma la Dinamo prova a vincere la partita e con Polonara trova il +3: 82-79. Il match scivola via e termina, insolitamente, in perfetta parità: 83-83.

Dinamo Banco di Sardegna Sassari: Spissu 14, Martis NE, Smith 12, McGee 11, Carter 0, Devecchi NE, Magro NE, Pierre 11, Gentile 2, Thomas 8, Polonara 14, Cooley 11

Pinar Karsiyaka: Walker 18, Ugurlu 12, Aygunduz NE, Guven 0, Gulaslan 0, Batuk 19, Karaman 3, Erulku 0, Henry 24, Dogan 0, Marei 7

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.