Scongiurato il rischio porte chiuse, ecco le nuove ipotesi di capienza per i palasport

Home Serie A News

Il basket italiano tira un altro sospiro di sollievo: nel nuovo DPCM in arrivo nelle prossime ore per contenere la risalita dei contagi da Coronavirus non dovrebbe rientrare la decisione di far disputare le partite a porte chiuse.

Nel nuovo confronto fra il Governo e gli enti locali, avvenuto nel pomeriggio, sarebbe emersa la proposta di limitare al 15% la capienza degli impianti, fermo restando il tetto massimo delle mille persone, valido sia per gli stadi all’aperto che per i palasport coperti. Insomma un’altra buona notizia per la pallacanestro italiana, che già nelle scorse ore era tornata a respirare con la smentita delle voci riguardo uno stop dello sport dilettantistico, sostituite dalle indiscrezioni che parlano della serrata solamente per le attività di contatto a livello amatoriale.

Una decisione che quindi migliorerebbe la situazione riguardo l’affluenza, dato che al momento in teoria il tetto massimo sarebbe di 200 persone, anche se molte regioni avevano concesso delle deroghe. Questa possibilità, però, non sarà più data ai vari governatori che invece potranno varare misure più stringenti: insomma non si potranno superare, in nessun modo e da nessuna parte, le mille presenze ma in qualche città potrebbero esserci meno spettatori o addirittura le porte chiuse. In ogni caso queste poche presenza garantirebbero una boccata d’ossigeno alle società dopo le notizie trapelate nei giorni scorsi. Atteso per domani il decreto della Presidenze del Consiglio dei Ministri che dovrebbe entrare in vigore da giovedì e dunque essere adottato già per il weekend.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.