nigeria

Scoppia la polemica tra la Nigeria e il giornalista Stephen A. Smith

Home Nazionali Olimpiadi 2021

Stephen A. Smith è uno dei giornalisti di spicco di ESPN, trasformatosi nel corso degli anni in una sorta di showman e guadagnandosi addirittura uno stipendio di circa 12 milioni di dollari annui. Smith ha però fatto un passo falso (anzi a dire la verità due, visto che ha sostanzialmente discriminato un giocatore di baseball asiatico per non saper parlare inglese). Parlando alla trasmissione First Take della clamorosa sconfitta di Team USA contro la Nigeria, Stephen A. Smith ha sminuito la Nazionale africana, prendendo in giro i giocatori per i loro nomi strani.

Qualcosa che, se non è razzismo, poco ci manca. Queste le dichiarazioni del giornalista su ESPN:

Se parliamo di stelle della NBA, possiamo trovarne come minimo 15 o 20. La metà sono in questo dannato roster di Team USA. Non ci sono scuse per aver perso contro la Nigeria di questo tizio, Gabe Nnamdi, che si fa chiamare Gabe Vincent e gioca per i Miami Heat. O Caleb Agada, o Ike Nwamu o come cavolo si pronuncia il suo nome. Avete concesso 60 punti su tiri da tre. Scusate, ma potete fare meglio di così. E poi dobbiamo parlare di Gregg Popovich, un campione, uno dei migliori allenatori di sempre. Ma non sembra più così da quando Tim Duncan si è ritirato, ora è un po’ diverso.

Però dobbiamo guardare tutte queste cose e dire chiaramente che siamo abbastanza forti per vincere l’oro. Per riuscirci non c’è bisogno dei 15 giocatori migliori che la NBA possa offrire. Abbiamo abbastanza giocatori bravi, solo che deve importargli, devono essere concentrati e devono avere il giusto allenatore.

Il passaggio sui nomi dei giocatori della Nigeria è stata una vera e propria mancanza di rispetto per una Nazionale che si sta guadagnando sul campo il credito che merita. I biancoverdi anche stanotte hanno sconfitto l’Argentina, dominandola per quasi tutta la gara. L’account Twitter della squadra di basket nigeriana ha risposto al video di Stephen A. Smith.

Una clip di un minuto senza l’ombra di un’analisi di basket, solo pura mancanza di rispetto ai nomi della nostra cultura. Puoi fare di meglio, Stephen A. Smith. Questo è proprio cadere in basso, perfino per te.

Dopo la sopracitata partita contro l’Argentina le reazioni si sono moltiplicate. “Una delle cose più irrispettose che abbia sentito nell’ultimo periodo. Stephen A. Smith sta insultando oltre 200 milioni di nigeriani con delle dichiarazioni del genere. I tre uomini che ha menzionato hanno lavorato duramente, per poi essere sminuiti così. Pronuncia bene i nostri nomi oppure non farlo affatto” ha scritto Stan Okoye.

“Puoi criticare la squadra senza mancarci di rispetto. Rispetta la bandiera e la nostra terra natale! Non dimenticare da dove sono venuti i tuoi antenati!” ha invece commentato Josh Okogie.

E al termine del terzo quarto della partita contro l’Argentina, sul +24, c’è stato spazio anche uno sfottò da parte della Nigeria: “Forse ore impareranno i nostri nomi”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.