Scott Brooks: “I Bulls di Jordan non avrebbero battuto Houston nel 1994”

Home NBA News

Dopo il primo Three-peat, come è stato anche appena raccontato in The Last Dance, Michael Jordan lasciò per la prima volta i Chicago Bulls e il basket per prendersi quella che sarebbe stata poi solo una pausa di una stagione e mezza, dedicandosi al baseball. Nella unica stagione intera senza MJ in quel periodo, a trionfare furono gli Houston Rockets di Hakeem Olajuwon, vincitori alle Finals per 4-3 contro i New York Knicks. I texani si sarebbero ripetuti l’anno dopo, stavolta sconfiggendo gli Orlando Magic (che a loro volta avevano eliminato proprio i Bulls con Jordan rientrato da poco).

Scott Brooks, ex coach dei Thunder e oggi allenatore degli Washington Wizards, era un membro di quei Rockets, anche se con un ruolo molto ridotto. Intervistato da NBC Sports Washington, Brooks ha comunque dichiarato che secondo lui, anche se Jordan non si fosse ritirato, Chicago avrebbe perso in finale contro quella Houston:

I Bulls non avrebbero avuto risposta per Olajuwon. È facile dirlo ora perché è tutto ipotetico, ma non penso che ci avrebbero battuti nel 1994. L’anno dopo magari sarebbe stato diverso. Però la squadra del 1994… C’era The Dream, era come una dinastia. Era in formissima. Non ho mai visto qualcuno così nel quarto quarto, penso non sbagliasse mai un tiro se aveva un po’ di spazio. E copriva entrambe le metà-campo.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.