pippen jordan nba

Scottie Pippen parla del suo essere sottopagato durante gli anni ai Chicago Bulls

Home NBA News

Scottie Pippen è considerato uno dei migliori giocatori di sempre e il secondo in comando proprio accanto a Michael Jordan. Il gioco di Pippen è stato il complemento perfetto per quello di Jordan poiché il loro tandem ha portato a casa sei titoli NBA e ha messo i Bulls sulla mappa come una delle migliori squadre di tutti i tempi.

Quando Jordan ha fatto uscire “The Last Dance” all’inizio di quest’anno, ai fan è stato offerto uno sguardo unico di tutto ciò che è accaduto nello spogliatoio dei Bulls. È diventato particolarmente intrigante quando il documentario ha scelto di concentrarsi su Pippen e su tutto quello che ha vissuto da giocatore NBA.

Il sette volte All-Star si è recentemente seduto con Andrew Anthony del The Guardian e ha dato la sua parte su tutto ciò che accade intorno all’organizzazione.

“Penso che all’epoca ci fossero momenti in cui ero davvero irritato ma alla fine la gioia che vinceva sul fastidio che provavo. C’era troppo da festeggiare e divertirsi per pensare al solo lato negativo, ovvero quello economico”.

Per quanto fosse bravo, lo stipendio di Pippen durante il suo periodo a Chicago non lo dimostrava.

Per poter acquistare delle magliette su Michael Jordan, cliccate qui.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.