Virtus Bologna Olimpia Milano NOVE DMAX

Se Atene (l’Olimpia) piange, Sparta (la Virtus) non ride

Eurolega Home Rubriche Italia

Nelle ultime settimane abbiamo giustamente tutti sottolineato le 7 sconfitte di fila dell’Olimpia Milano e i 40 e passa giorni senza successo in Europa, ma nemmeno la Virtus Bologna se la passa benissimo.

Dopo il successo al Mediolanum Forum di Assago di ormai un mesetto fa, era il 9 novembre, il cammino della Segafredo si era più o meno reindirizzo sulla retta via. Poi però 3 sconfitte di fila ne hanno nuovamente complicato l’andamento.

La situazione allo stato attuale delle cose è che l’EA7 Emporio Armani Milano è sempre più ultima in classifica, in coabitazione con l’ALBA Berlino e l’ASVEL Villeurbanne, mentre le VuNere sono al quattordicesimo posto, quindi sostanzialmente al quint’ultimo posto con solo un successo in più delle Scarpette Rosse. Per questo “Se Atene piange, Sparta non ride”.

La citazione di Sparta e Atene non è casuale perché settimana prossima sia l’Olimpia sia la Virtus giocheranno ad Atene, i primi contro il Panathinaikos e i secondi contro l’Olympiacos, rispettivamente giovedì 8 e venerdì 9.

I ragazzi allenati da coach Ettore Messina giocheranno poi al Forum contro il Maccabi Tel Aviv mentre quelli di Sergio Scariolo se la vedranno davanti al proprio pubblico contro l’ALBA Berlino dell’ex Fortitudo Gabriele Procida, al suo ritorno a Bologna dopo la retrocessione della scorsa primavera.

Sarà un “Ponte dell’Immacolata” determinante per entrambe le compagini. La speranza è che ne escano con due successi così da invertire il trend e tornare a ridosso dell’ottava piazza che dista 3 e 2 successi.

Leggi anche: Ma quindi Facundo Campazzo arriva all’Olimpia Milano o no?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.