Secondo tempo d’accademia: la Reyer Venezia stende Reggio Emilia

Home Serie A Recap

REYER VENEZIA-REGGIO EMILIA 87-70

Un ritrovato Hrvoje Peric
Un ritrovato Hrvoje Peric

Venezia si aggiudica il primo round della semifinale di Scudetto contro Reggio Emilia, grazie ad un secondo tempo di alto livello, trascinata dal duo Goss-Peric, con Ress a frenare ogni tentativo di rimonta reggiano. Dopo due quarti di assoluto equilibrio (38-38 all’intervallo), i veterani di Venezia salgono in cattedra e con un buon mix di difesa&circolazione di palla, riescono a volare sul +10 nel terzo quarto, riuscendo poi a gestirlo fino alla sirena finale, grazie ad una zona 3-2 ben architettata da Recalcati. Nonostante lo scivolone, gli emiliani non sono spacciati, hanno pagato il numero di falli ottenuti dai lunghi, soffrendo sotto le plance sul finale.

Apre le danze un alley-oop chiuso da Peric, che scuote il Taliercio, mentre Reggio, dopo qualche azione di studio si porta sul +4 con i punti di Drake Diener (3-7). L’ex Sassari e Cervi trovano più volte il fondo della retina con ottime percentuali e Reggio Emilia vola sul +5 dopo sei minuti, prima di farsi rimontare da Viggiani e Peric, impattando a quota 13. Venezia non punge più di tanto, ma resta a contatto con i liberi e i canestri della coppia Jackson-Ress. Dopo l’assolo di Kaukenas, autore di sei punti consecutivi, la Reyer riesce a chiudere il primo quarto in parità, con lo score di 21-21. Nel secondo periodo, Aradori e Chikoko si danno battaglia, ma la partita prosegue sugli binari dell’equilibrio perfetto: Mussini porta la truppa emiliana sul +3 con una tripla allo scadere dei 24″, ma è un fuoco di paglia, Venezia recupera con il duo americano Stone-Goss. Pini e Peric chiudono il secondo break con il punteggio di 38 pari.

Kaukenas tiene in vita Reggio ma affonda nel finale
Kaukenas tiene in vita Reggio ma affonda nel finale

Di ritorno dalla pausa lunga, i lagunari cambiano registro, una veloce circolazione di palla e Phil Goss: Venezia tocca la doppia cifra di vantaggio in un amen. Rimantas Kaukenas è solo in laguna, non è coadiuvato dai compagni e Phil Goss affossa i reggiani sul -9 alla fine del terzo quarto.Nell’ultimo periodo, Venezia si carica di falli nel primo minuto e cincischia in attacco, gli ospiti, tuttavia, non riescono a dare la spallata per stordire i lagunari, anzi, è Goss che richiama all’attenzione i suoi con il canestro del +9 a sette minuti dalla sirena finale. La tripla di Polonara spaventa il Taliercio, ma Reggio dovrà fare i conti con l’uscita anticipata di Chikoko, per i cinque falli. Il gioco da tre punti di Jackson permette alla Reyer di condurre con il punteggio di 76-65 a cinque minuti, Lavrinovic e Ress si battagliano dall’arco. Viggiano dall’arco ipoteca Gara-1 con una tripla, la Reyer vola sull’84-68, mentre Ress gli fa eco per poi uscirne accompagnato da una standing ovation. La Reyer si porta a casa la prima partita, pungendo nel secondo periodo grazie ad una difesa ai limiti della perfezione e un giro di palla molto rapido, trascinata da un ritrovato Peric e i “ragazzini” terribili Ress-Goss, chiudendo con il punteggio di 87-70.

Tabellini

Reyer Venezia: Stone 5, Peric 20, Goss 18, Jackson 6, Ruzzier, Ress 11, Ortner 6, Nelson, Aradori 4, Viggiano 17, Ceron NE, Dulkys.

T2: 21/34             T3: 9/20            TL: 18/23

Rimbalzi: 29 (Stone 7)           Assist: 20 (Goss 5)

Grissin Bon Reggio Emilia: Mussini 5, Chikoko 4, Polonara 8, Lavrinovic 7, Della Valle, Pini 4, Kaukenas 14, Cervi 6, Silins, Diener 11, Cinciarini 11.

T2: 21/40             T3: 6/16            TL: 10/10

Rimbalzi: 26 (Chikoko, Polonara, Cinciarini 4)           Assist: 13 (Cinciarini 3)

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.