Semaforo Europeo: bene Reggio,Trento e Venezia, cade Milano, male Sassari

Coppe Europee Eurocup Eurolega Home

 

Settimana di coppe che vede le italiane assolute protagoniste in Eurocup, con la sola Brindisi sconfitta. Male Sassari e Milano in  Eurolega. Big match di giornata tra Fenerbahce e Real a favore dei turchi. Tre su tre per CSKA, Malaga e Lokomotiv Kuban. Prima vittoria per il Cedevita.

PROMOSSI:

reggioReggio – Torna a sorridere la Grissinbon che sbanca con autorità il campo del Ludwigsburg. Da semaforo verde per  gli emiliani va sottolineato il modo in cui hanno controllato il match, chiudendo in vantaggio tutte e 4 le frazioni di gara. Partita dopo partita Reggio sta dimostrando una crescita costante anche in Europa, frutto dell’ esperienza raccolta la scorsa stagione. In terra tedesca ottime ancora una volta le prove degli azzurri, con Della Valle migliore tra i suoi con 18 punti a referto.

 

Venezia – Due su due al Taliercio per la Reyer che trova la vittoria dopo un match equilibratissimo. Come la scorsa settimana,anche nella vittoria contro Charleroi l’Umana ha trovato il break nel terzo periodo arrivando a giocare l’ultima frazione con 8 lunghezze di vantaggio. Nonostante l’assenza di Peri,  ottima distribuzione punti per Venezia con 4 giocatori in doppia cifra tra cui un ispiratissimo Viggiano. La situazione di classifica ora sorride agli uomini di Recalcati con la trasferta di Ulma che resta l’unica nota stonata di questo inizio di Eurocup.

Trento – Continua a stupire la Dolomiti Energia che supera con merito anche l’ostacolo Nanterre. Fin dalla prima giornata si era capito che l’Aquila avrebbe detto la sua in questa competizione e le ultime gare ne sono la prova.  Con la vittoria contro i francesi Trento si prende la seconda posizione nel girone, con il passaggio del turno che sembra essere alla portata di Poeta e compagni.

Note di merito:

– al Cedevita che trova la prima vittoria sul campo dell’Efes;

– al Bayern Monaco che continua a giocare un’ottima pallacanestro e batte Strasburgo 76-61;

– al Fenerbahce che ad Istanbul batte il Real campione in carica nel big match di questa      settimana di coppe. Per Datome 15 punti in uscita dalla panchina;

– al Lokomotiv Kuban che non si ferma più e vince anche sul campo dello Zielona Gora;

– a Malaga, che va in testa al suo girone vincendo in casa contro i turchi del Darussafaka;

RIMANDATI:

A. Gentile, MVP del match
(A. Gentile, solito trascinatore)

Milano – Nonostante la sconfitta l’Olimpia non merita una bocciatura. La bellissima partita del Forum contro l’Olympiacos ha dato segnali molto incoraggianti per il prosieguo europeo. La chimica di squadra sembra migliorare sempre più soprattutto se si considera il roster milanese, rinnovato in quasi tutti gli elementi. Come successo anche nelle scorse uscite in Eurolega, negativo per Milano l’aver chiuso con solo due giocatori in doppia cifra, con il solito capitan Gentile sugli scudi ( 24 punti finali).Il passaggio al turno successivo è sicuramente alla portata dell’Olimpia.

Bamberg – I tedeschi, usciti sconfitti dalla trasferta di Mosca, non hanno demeritato offrendo una grande prova collettiva. Per la prima volta in Eurolega il CSKA ha chiuso il match con meno di 20 lunghezze di vantaggio sugli avversari, merito di una partita preparata al meglio da coach Trinchieri. La forte difesa ed una costante aggressività ha permesso al Brose di arrivare fino al -1 a 3’ dalla fine. Ancora in doppia cifra Nicolò Melli che ha chiuso la gara con 11 punti a cui ha aggiunto 6 rimbalzi.

BOCCIATI:

Dinamo SassariSassari – Non si sblocca in Europa la Dinamo ferma ancora a quota zero e fanalino di coda nel proprio girone. La sconfitta con il Maccabi, maturata negli ultimi due quarti, ha reso evidenti le fragilità della squadra sarda soprattutto a livello di tenuta mentale. Negative le prestazioni dei giocatori più attesi quali Logan, Haynes e Petway e solito predominio avversario sotto i tabelloni (44 rimbalzi a 29 per gli israeliani). Il match di settimana prossima contro Malaga sarà una partita chiave sia per le speranze di passaggio del turno sia per capire le reali potenzialità di Sassari.

Brindisi – Prosegue il periodo negativo dei pugliesi usciti sconfitti anche dalla trasferta di Gran Canaria. Il passivo finale mette in luce le grandi difficoltà dell’Enel in Europa , dove un parziale pesante come quello subito nel primo quarto (31-13) si paga duramente. Brindisi non sembra aver acquisito quella dimensione europea necessaria per affrontare al meglio questa competizione. Lo zero in classifica dopo 3 giornate rende molto complesso il passaggio al turno successivo per i ragazzi di coach Bucchi.

Efes Istanbul – Prima sconfitta amarissima per  la squadra di Ivcovic che cede malamente contro il Cedevita di fronte il pubblico amico. Al contrario di quanto successo una settimana fa contro Milano, l’Efes paga un pesante parziale nell’ultima frazione (17-27) guidato dall’ex brindisino Pullen. Come ogni anno la compagine turca, nonostante un  roster di primo livello, non riesce a concretizzare quello step in più necessario per competere con le grandi d’europea.

Note di demerito:

– al Limoges che si arrende troppo facilmente al Vitoria per un passivo finale veramente pesante (71-107);

– al Panathinaikos che subisce un break decisivo nel quarto periodo che porta al -15 finale a favore del Barcã;

– alla Stella Rossa che dopo settimana scorsa, perde malamente anche contro il Kimkhi (91-53);

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.