Semaforo Europeo: trionfo Galatasaray in EuroCup

Coppe Europee Eurocup Eurolega Europe Cup Home

Ritorna Semaforo Europeo, per una settimana che ha dato il via, in quel di Chalon-sur-Saone, alle Final Four di Euorope Cup. Presente la nostra Varese che ha sconfitto nella prima semifinale proprio i padroni di casa di Chalon. E’ invece il Galatasaray ad alzare il trofeo dell’EuroCup imponendosi nella gara di ritorno contro Strasburgo. In Eurolega quadro delle Final Four completato: continua la favola Lokomotiv Kuban che elimina il Barcã, raggiungendo così Berlino.  

PROMOSSI:

(fonte: aa.com)

Galatasaray – Storico primo successo europeo per i giallorossi di Istanbul che si aggiudicano l’edizione 2015-16 dell’EuroCup. Sconfitti all’andata 66-62 i ragazzi di Ataman, di fronte al rovente e meraviglioso pubblico della Abdi Ipeki Arena, hanno ribaltato il gap di svantaggio ottenendo un meritato successo per  78-67. A differenza del match di Strasburgo le due contendenti non hanno sentito la pressione della gara, disputando 40′ molto equilibrati in cui il talento del Gala (Lasme 16+10 rimb., McCollum 16 punti) ha fatto la differenza nei momenti importanti della partita. Il trionfo in EuroCup è un premio per tutto il movimento del basket turco, sempre più in crescendo in questi anni e che oltre al successo del Gala vedrà il Fenerbahce disputare, per il secondo anno consecutivo, le Final Four di Eurolega.

Varese – Anche se non ha l’appeal dell’Eurolega o dell’EuroCup, merita un grande applauso il grande cammino europeo della  OpenjobMetis che nelle Final Four della Fiba Europe Cup ha conquistato la finale, battendo i padroni di casa nella prima delle due semifinali. Varese potrà dunque riportare il basket italiano ad alzare un trofeo continentale, con l’ultimo ostacolo che vedrà i bianco rossi affrontare i tedeschi del Frankfurt Skyliners. Nel 91-82 contro Chalon Brandon Davis è stato eletto MVP della semifinale chiusa con 17 punti e 5 rimbalzi. Non può passare in secondo piano il grande lavoro di coach Paolo Moretti che ha saputo farsi scivolare addosso le critiche d’inizio anno, arrivando fino a questo importante traguardo europeo.

Loko Kuban– Al ballo più importante dell’anno ci sarà anche la cenerentola di Eurolega: infatti i russi, guidati dalla sapiente regia di coach Bartzokas, raggiungono Berlino dopo una brillante e tesissima serie contro il Barcellona. Non si può che elogiare la società di Krasnodar capace di allestire un roster di primissimo livello con le stelle Delaney (17 punti in Gara-5) e Randolph veri crack di questa stagione europea. In Gara-5 non c’è stata storia e la maggior aggressività e voglia del Loko ha portato ad un match condotto per tutti i 40’ di gioco. La qualificazione per le prime Final Four della storia della società russa è arrivata in Gara-5 ma è stata l’incredibile vittoria in Gara-4, al PalauBlaugrana, a dare la vera spinta verso Berlino. Alle Final Four il Kuban non parte con i favori del pronostico ma da un gruppo che sta sorprendendo da inizio anno non ci si può che  attendere l’ennesima, incredibile sorpresa.

Note di merito:

– a Stephane Lasme eletto MVP delle Finali di EuroCup;

-ad Ekpe Udoh, MVP di questi playoff di Eurolega, dominatore assoluto del pitturato nella serie contro il Real Madrid, chiusa con 14.3 punti e 7.3 rimbalzi di media;

– a Juan Carlos Navarro, ultimo ad arrendersi nella serie contro il Kuban, a dimostrazione che il talento vince anche sull’età;

 

RIMANDATI:

Strasburgo – Non merita una bocciatura la squadra francese che si è giocata fino all’ultimo, sul rovente campo di Istanbul, la possibilità di alzare il trofeo finale di EuroCup. La stagione dei ragazzi di Collet non può che essere giudicata positiva, arrivati fino in fondo in una competizione dura e piena di insidie quale appunto l’EuroCup. Il calendario di questa finale non ha certo giocato a favore di Strasburgo: disputare la decisiva gara di ritorno in casa del Gala è un vantaggio per i turchi non indifferente (visto soprattutto il rendimento fra le mura amiche dei giallorossi).  Come nella gara di andata, molto bassa la produzione offensiva (66 punti in Gara-1, 67 in Gara-2) con i soli Collins (16 pts.) e Campbell (10 pts.)sopra la doppia cifra. Onore dunque a Strasburgo per essere arrivati ad un passo dalla vittoria finale.

 

BOCCIATI:

Barcellona – Arriva da Krasnodar la grande sorpresa di questa settimana europea: catalani eliminati, a Berlino va il Kuban. La serie più equilibrata ed avvincente di questi playoff di Eurolega non si poteva che concludere all’ultima gara disponibile, Gara-5. Dopo aver disputato tre match di assoluto livello, con la possibilità di chiudere la serie di fronte al pubblico di casa, il Barcã è crollato, perdendo malamente gara-4 per poi incappare in una pessima e decisiva gara-5. Nel match decisivo di Krasnodar  i blaugrana hanno inseguito fin dalla palla a due, non riuscendo mai a venire a capo di un Lokomotiv a tratti perfetto.  Nella disfatta di Russia solo due uomini in doppia cifra: Navarro 12 punti e Perperoglou 13.

Note di demerito:

-al solito Ante Tomic, talento immenso, che nei momenti e nei match decisivi sparisce come sempre, non prendendosi quelle responsabilità che ci si attenderebbero dal  44 croato;

-a Rodrigue Beaubois, ex promettente stellina del basket francese, con un passato anche ai Dallas Mavs, che ha chiuso con numeri abbastanza negativi  le Finali di EuroCup contro il Gala: 5 punti sia in Gara-1 che in Gara-2 rispettivamente in 23’ e 17’ minuti di gioco sul parquet;

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.