La Manital batte Pesaro e si salva con l’aiuto di Reggio Emilia

Home Serie A Recap

orizz 2

Manital Auxilium Torino – Consultinvest Pesaro 83-66

(17-12, 20-21, 24-18, 22-15)

Partita da dentro o fuori per Torino, sapendo che sarà fondamentale guardare anche ai risultati degli altri campi. La Consultinvest Pesaro invece, si presenta al PalaRuffini con la salvezza già in tasca, ma determinata a lottare fino all’ultimo secondo della stagione. In occasione dell’ultima di campionato, i due coach schierano Dyson, Goulding, Eyenga, Mancinelli, White da una parte e Lacey, Lydeka, Christon, Shepherd, Daye.

La Consultinvest parte subito aggressiva, dimostrando di non voler concedere nulla a Torino. Dopo 5 minuti, il punteggio è sul 8-6, con la Manital che si affida al solito White e Pesaro che risponde con Shepherd e Christon. Dopo molti minuti di equilibrio, con la pressione che si fa sentire sui giocatori di casa, Giachetti chiude il quarto con la bomba del 17-12 che stacca Pesaro.
Al rientro in campo Rosselli riprende da dove aveva lasciato il compagno di squadra e mette a segno un 2+1. La difesa torinese però è distratta e la coppia Christon-Candussi ne approfitta per riportarsi a -2. Kloof da una scossa ai compagni e White lo segue a ruota, scrivendo 12 punti e 7 rimbalzi in 14 minuti. Giachetti e ancora Kloof sono l’anima dei piemontesi, che con il contropiede di Mancinelli si portano sul +11, orizz 3nonostante Pesaro provi continuamente a rientrare. Lydeka è continua a fare a sportellate sotto canestro e, grazie alla sua stazza, appoggia il 4-0 di parziale per il 35-27. Le due bombe di Daye e Lacey nel finale riportano sotto Pesaro, che all’intervallo perde 37-33.

Dopo la pausa lunga, il match riprende con due liberi da una parte e due dall’altra, che aggiustano il punteggio sul 39-34. Il tiro di Lacey decreta il -1 Pesaro, che riapre definitivamente la partita, fino alla tripla di Daye che porta il match in parità dopo i due punti di Ebi. Ancora il lungo nigeriano prima inchioda una schiacciata nel traffico, poi ruba un pallone a metà campo, mette a segno la bimane e, rientrando in difesa, subisce sfondamento, facendo infiammare il Ruffini (49-41). White continua a dominare in attacco e mette a segno il suo 17esimo punto per il +12.
La Manital continua a macinare punti, raggiungendo il +13 a inizio 4 quarto, ma Pesaro, grazie ai tiri dalla lunetta, rimane a contatto sul 64-53 e non lascia chiudere la partita a Torino. La Manital continua a costringere all’errore gli avversari, grazie alle difese aggressive di Kloof e Giachetti e prova la fuga definitiva. La Consultinvest non ci sta e stringe le maglie in difesa, recuperando fino al -6 che mette paura al Ruffini. I minuti finali servono solo a Torino per arrotondare il punteggio sul 83-66 in attesa di conoscere i risultati delle altre.

Complici la vittoria di Caserta e la sconfitta di Bologna a Reggio Emilia la Manital Torino conquista la salvezza. Ad andare in Legadue sarà la Virtus Bologna.

Manital Auxilium Torino: Giachetti 9, Fantoni NE, White 23, Bottiglieri NE, Goulding 2, Ebi 7, Mancinelli 15, Rosselli 9, Kloof 9, Eyenga 12, Dyson 9, Blotto NE.

Rimbalzi: 36
Assist: 14
Tiri da due: 26/52
Tiri da tre: 4/19
Tiri liberi: 19/22

Consultinvest Pesaro: Basile, Shepherd 4, Gazzotti, Lacey 8, Christon 15, Daye 25, Candussi 4, Lydeka 8, Ceron 2, Rosa.

Rimbalzi: 31
Assist: 13
Tiri da due: 19/40
Tiri da tre: 5/15
Tiri liberi: 13/17

 

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.