Serie A, PO Gara 4: Roma passa nel finale a Reggio Emilia e pareggia la serie

Home
lawal_mic6789-300x183
Il rientro di Lawal (in foto) e Taylor è stato decisivo per Roma in questa gara 4

Doveva reagire la Virtus Roma dopo lo schiaffo di gara 3 e così è stato: rientrano Lawal e Taylor, ma è proprio l’approccio degli uomini di Calvani a essere diverso rispetto a due giorni fa. Così l’Acea riesce a sopperire alla pessima serata di D’Ercole, impalpabile nella serie finora, Bailey e Goss (0 punti e -13 di valutazione in tre), grazie al riscatto di Jones, inguardabile in gara 3 e al valido apporto dei due rientranti, oltre al solito, sontuoso, Gigi Datome. Reggio Emilia soffre molto la ritrovata fisicità dei Romani, che riescono a sporcare notevolmente le percentuali della Trenkwalder, ma arriva a giocarsela fino alla fine nonostante questo e cede solamente nelle ultime battute.

In avvio si fatica moltissimo a trovare la via del canestro, col solo Datome a farsi notare con qualche iniziativa interessante che dà un minimo margine a Roma dopo la metà del quarto. Reggio però è comunque lì anche grazie al buon impatto di Filloy dalla panchina; nel finale Bobby Jones scalda la partita con una tripla, la Trenkwalder risponde con Bell, ma è ancora Gigi Datome a fissare il 15-17 al termine di un primo quarto di studio.

TaylorDonell
Non basta a Reggio Emilia la buona partita di Donell Taylor

La seconda frazione si apre con la bomba di Bell, alla quale però fa seguito un parziale della Virtus di 0-7 firmato da Jordan Taylor, Lawal e Datome. Cinciarini accorcia il distacco, ma Reggio Emilia non approfitta nemmeno di un doppo tecnico alla Virtus, così ancora Datome spara da dietro l’arco per il +8 Roma. Menetti vuole parlarci su, ma al rientro Roma alimenta il break con altri sei punti, volando a +14. Nel finale di quarto Bell e Donell Taylor rosicchiano qualcosa dalla linea della carità: 38-48 all’intervallo.

 

E’ un’altra Trenkwalder quella che esce dagli spogliatoi e piazza un break di 8-0 con le triple di Cinciarini e Slanina nel primo minuto. Calvani ferma subito la partita, ma non l’emorragia, visto che Antonutti e Donell Taylor colpiscono ancora dalla lunga portando i padroni di casa sul +4. Altro time-out obbligato per una Virtus che sbanda pericolosamente, ma stavolta Jones e Lorant riescono a riportare la gara in parità. Nel finale si segna solo dalla lunetta, prima della tripla allo scadere di Jeremic per il 50-46.

Gigi Datome MVP roma
Per Datome solita partita da leader con 20 punti

Jordan Taylor pareggia in apertura di ultimo quarto e poi porta avanti i suoi col gioco da tre punti. I Reggiani rispondono immediatamente con due triple di Brunner e Cinciarini per tornare a +3 con meno di 4′ sul cronometro. Dopo una girandola di liberi ancora Jordan Taylor colpisce con cinque punti in fila per riportare Roma sopra di 3 punti a 33” dalla fine. Nell’azione successiva Cinciarini sbaglia la tripla del pareggio, ma Bell cattura il rimbalzo e guadagna due liberi, entrambi trasformati, che valgono il -1 a 13” dalla sirena. Fallo sistematico su Datome che realizza entrambi i liberi, poi Donell Taylor va con due punti veloci per il nuovo -1 a 8” dal termine. Reggio Emilia non riesce a fare fallo (anche se la squadra di casa ha recriminato con gli arbitri per questo episodio) se non su Lawal a tempo scaduto: il nigeriano firma un 22 e fissa il punteggio sul 68-71 finale.

Si replica nuovamente tra 48 ore al PalaTiziano, mentre domenica sera si giocherà gara 6 a Reggio Emilia.

TRENKWALDER REGGIO EMILIA : Jeremic  5, Taylor 19, Brunner 8, Antonutti 3 ,Bell 13,Veccia, Filloy  3 , Slanina 7, Cervi ,Silins, Cinciarini  10. Allenatore Menetti

ACEA ROMA : Goss, Jones 12, Tambone, Tonolli, Gorrieri, D’Ercole, Datome 20 ,Bailey, Taylor 18, Lawal 10, Czyz 2, Lorant 9 Allenatore Calvani

[banner]

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.