SERIE A BEKO, 13° GIORNATA: Varese passeggia in trasferta contro una Cremona vergognosa

Home

VANOLI CREMONA – CIMBERIO VARESE 75-94

(24-27; 36-56; 53-73)

Chiamarla formalità è un eufemismo, perché la partita, quella vera, dura soltanto 10 minuti. La squadra ospite prende il largo subito nel secondo quarto, mentre Cremona praticamente si può dire che non sia mai scesa in campo. Per Varese una buona conferma, che pare portare nuovamente un po’ di luce dopo un avvio di stagione insufficiente; per la Vanoli è una sconfitta pesantissima in chiave salvezza, soprattutto se subita tra le proprie mura. La Cimberio mette in risalto un ritrovato Sakota, alla sua miglior partita in stagione, da 25 punti, con 5/5 da due e 5/9 dalla lunga distanza; la squadra di Pancotto, invece, si può dire che abbia giocato solo con due uomini, ovvero Rich e Kelly, che hanno chiuso entrambi con 23 punti praticamente non sbagliando nulla.

La partita inizia con Varese che si porta in vantaggio, raggiunta immediatamente dai padroni di casa (4-4 al 2’). Rich e Kelly provano a spingere, ma il quarto rimane in equilibrio fino ad una tripla di capitan Ere che porta i suoi avanti di tre lunghezze. Un mini parziale della Cimberio viene vanificato dalla coppia Rich-Woodside e il periodo termina sul 24-27.

Nei primi minuti del secondo quarto è però la squadra di Frates a prendere in mano il match (non lo mollerà più fino alla fine): al 12’ il punteggio dice 26-32, firmato principalmente dalla coppia Polonara-Scekic. Varese non si ferma più, toccando il +8 a metà periodo (30-38 al 15’). Cremona è totalmente allo sbando, pare incapace di reagire e l’unico che segna è Jackson, mentre gli ospiti dilagano chiudendo all’intervallo addirittura sul +20 (36-56 al 20’).

La musica non cambia nella ripresa, perché è sempre Varese che, oramai preso un largo vantaggio, gestisce intelligentemente. Al 25’ una tripla di Clark porta il punteggio sul 46-65; Rich tenta di ricucire, ma la Cimberio segna ancora con Hassell e Sakota. Il terzo periodo i chiude con un canestro dai 6,75 di Spralja, ma inutile perché lo svantaggio tra le due formazioni rimane invariato (53-73 al 30’); gli unici che salvano la faccia per la Vanoli sono Rich e un Kelly ai limiti della perfezione.

Gli ultimi dieci minuti vedono subito i canestri di Johnson e Rich essere rispediti al mittente da Rush e Sakota (61-83 al 34’). Varese rimane costantemente con la concentrazione alta, mentre Cremona prova con vani sforzi di salvare almeno la faccia (65-87 al 37’). Il resto del match è pura gestione e un canestro da sotto di capitan Ere mette il punto su una vittoria fin troppo facile per i suoi uomini (75-94 al 40’).

VANOLI CREMONA: Marchetti 5, Jackson 7, Ndoja 4, Kelly 23, Johnson 5, Woodside 2, Spralja 3, Rich 23, Kalve 3. All. Pancotto.

CIMBERIO VARESE: Clark 13, Mei, Sakota 25, Ere 12, Balanzoni, Hassell 6, Polonara 7, Rush 9, De Nicolao 2, Scekic 7, Banks 13. All. Frates.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.