Serie A BEKO, 19° Giornata: Sassari eguaglia il record e asfalta Cremona

Home

la_dinamo_non_rompe_il_sortilegio_l_olimpia_vince_a_sassari_75_69-0-0-386884

Banco di Sardegna Dinamo Sassari – Vanoli Cremona 95-61

 (22-16 ; 48-35 ; 70-51)

La Dinamo Sassari torna per la prima volta al Pala Serradimigni dopo aver conquistato la Coppa Italia settimana scorsa, nel mezzo una sconfitta in Turchia in Eurocup che ha messo in evidenza la stanchezza degli uomini di Meo Sacchetti dopo l’exploit delle Final Eight. I sardi scendono in campo con un quintetto formato da Travis e Drake Diener, Drew Gordon, Caleb Green e Omar Thomas. La Vanoli Cremona, che nel girone di ritorno ha fatto vedere ottime cose, seminando Pesaro nella lotta per non retrocedere, sceglie invece Ben Woodside, Jarrius Jackson, Sime Spralja, Kyle Johnson e Donatas  Zavackas.

I Quarto

Il primo possesso di Cremona si converte subito in una palla persa che favorisce Travis Diener, che fa subito 2-0 dopo aver subito fallo. Il cugino Drake e Caleb Green completano una buona partenza di Sassari, che si porta sul 6-0. Spralja prova ad accorciare, ma dopo il suo canestro (6-2) arrivano altri 5 punti consecutivi che portano la firma di Gordon e Travis Diener per il +9 (11-2). La Vanoli chiama timeout, ma al rientro in campo Caleb Green trova altri 5 punti senza risposta per il 16-2 che annichilisce Cremona. Woodside, Spralja e Jackson sono autori di un parziale di 7-0 che riporta sotto gli ospiti (16-9), Omar Thomas realizza due triple e riesce a mantenere gli avversari a distanza, con il primo quarto che si chiude sul 22-14 in favore della Dinamo.

II Quarto

La Dinamo arma il tiro da tre all’inizio del secondo periodo: Marques Green, Vanuzzo e Devecchi colpiscono dalla distanza, mentre Sassari si porta fino a +15 (33-18). Due canestri a testa per Rich e Kelly riescono a riportare in partita la Vanoli, che con il lungo si riporta a -6 (35-29), prima del canestro di Travis Diener (37-29). Drake Diener segna da dietro l’arco, Sacchetti dalla lunetta riporta il vantaggio di Sassari in doppia cifra e chiude il quarto con un canestro da sotto che vale il +13 all’intervallo sul 48-35.

III Quarto

Cremona ce la mette tutto per riportarsi a contatto: Rich segna due canestri, Zavackas da tre firma il -8 (50-42). Sassari ha una nuova fiammata che si traduce in un parziale di 9-0 chiuso dalla tripla di Vanuzzo che scrive il 63-46. Johnson prova a mettere fine all’emorragia (63-48), ma Vanuzzo è davvero on fire e realizza altri 5 punti consecutivi per il +20 (68-48). Johnson degna da dietro l’arco, Vanuzzo risponde con due liberi mentre il terzo quarto si chiude con la Dinamo avanti 70-51.

IV Quarto

La partita è ormai chiusa, Sassari lo dimostra anche in principio di quarto quarto con un parziale di 12-2 in cui trova spazio anche Chessa, che segna da dietro l’arco. Sul -19, Spralja è l’ultimo a mollare, poi per due minuti nessuno trova la via del canestro. A poco più di due minuti dalla fine ancora Chessa dalla distanza scrive il +30 (88-58), poco dopo Sacchetti e Thomas rincarano la dose (92-58). Chessa è perfetto e segna la terza tripla su tre tentativi, la partita si conclude in un trionfo di Sassari, il punteggio finale è 95-61. Record della squadra sarda per il maggiore scarto della propria storia in Serie A pareggiato (sempre +34 contro Bologna).

MVP: Omar Thomas, è il top scorer dei suoi anche se tutta Sassari è autrice di una prestazione perfetta.

Peggiore in campo: Jarrius Jackson, gioca 30 minuti e realizza solo 5 punti con 1/5 da due e 1/4 da tre.

Banco di Sardegna Dinamo Sassari: Tessitori 3, Sacchetti 11, Devecchi 7, Chessa 9, Thomas 16, M. Green 3, T. Diener 7, D. Diener 9, Vanuzzo 13, Green 13, Gordon 4.

Vanoli Cremona: Zavackas 5, Marchetti 1, Spralja 15, Rich 13, Johnson 10, Jackson 5, Ariazzi NE, Beltrami NE, Rossi NE, Kelly 8, Woodside 4, Ndoja.

[banner network=”altervista” size=”300X250″ align=”aligncenter”]

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.