Serie A Beko, 20° giornata: Roma soffre ma riesce a superare Caserta

Home

ACEA ROMA-PASTA REGGIA CASERTA 82-79

 

I QUARTO

Partono forte i padroni di casa, che si portano subito sull’11-4 dopo pochi minuti di gioco. Nonostante i numerosi errori al tiro, è sempre Roma a condurre e nel primo quarto scappa sul +10 (22-12) in chiusura. Caserta non tiene in difesa e la Virtus finalizza le occasioni.

II QUARTO

Caserta non molla e con i punti di Michelori si fa sotto, piazzando un break di 6-3 in avvio. Ma si spegne subito Caserta e le triple premiano i capitolini, i quali si portano sul 30-18. A due minuti dall’intervallo, Caserta si rifà sotto, a -6, ma la schiacciata di Hosley li ricaccia a -10 e all’intervallo è sempre la Virtus avanti di sette (41-34).

III QUARTO

Ci si aspetta una reazione di Caserta, invece i campani sono rimasti negli spogliatoi: è Roma a volare, con Szewczyk, Hosley e Jones che mettono una tripla a testa. Caserta entra in partita e firma due parziali, che consentono a loro di rimanere vivi, il terzo periodo si conclude con Roma avanti di sette lunghezze (59-52).

IV QUARTO

Phil Goss protagonista dell’inizio dell’ultimo quarto, firma una serie di canestri che porta il PalaTiziano al delirio. Ma la JuveCaserta non demorde e continua a fare la sua partita. Roma si spegne e gli ospiti si fanno pericolosi, portandosi sul -6. Mbakwe cerca di scuotere la Virtus, ma le triple di Mordente e i punti di Brooks riaprono la partita. La freddezza dei romani in lunetta permette a loro di ottenere una vittoria, che stava per sfuggire di mano. Finisce 82-79 per la Virtus.

VIRTUS ROMA: Jones 16, Goss 13, Hosley 13, Baron 11, Szewczyk 8, Moraschini 6, D’Ercole 5

PASTA REGGIA CASERTA: Brooks 20, Mordente 14, Scott 11, Michelori 11, Vitali 10, Roberts 7, Easley 4, Tommasini 2

 

Francesco Manzi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.