Serie A BEKO, 3° Giornata: Milano rischia nel finale, ma centra il secondo successo in campionato a caserta

Home

langfordreggiomagliaorizzad

Pasta Reggia Caserta – Olimpia EA7 Milano 77-81 (22-14, 32-35, 54-60, 77-81)

L’Olimpia Milano, reduce da due vittorie consecutive tra campionato ed Eurolega, arriva a Caserta forte di una ritrovata solidità difensiva. Il quintetto schierato da coach Banchi è lo stesso visto Giovedì al Forum, formato da Curtis Jerrells, Keith Langford, Alessandro Gentile, Nicolò Melli e Samardo Samuels, mentre coach Molin risponde con Michele Vitali, Stephon Hannah, Chris Roberts, Cameron Moore e Jeff Brooks.

I Quarto

Il primo quarto viene aperto dal canestro di Jerrells, a cui risponde subito Roberts. La partita stenta a decollare fino a quando Hannah con una tripla non firma il 10-6 per i padroni di casa, che conquistano un largo vantaggio con un parziale di 8-0 che porta al 18-8. Jerrells segna ancora, ma Scott da tre punti stabilisce a 11 punti il vantaggio della Pasta Reggia. Sul finire di frazione prima Samuels e poi Gentile accorciano per Milano, che chiude sotto 22-14.

II Quarto

Nel secondo quarto Melli inizia subito bene, segnando 5 punti consecutivi che portano l’Olimpia a -3 (22-19), CJ Wallace poco dopo ne segna altri 4, trovando il nuovo vantaggio di Milano sul 24-22. Prima Langford e poi Wallace e Moss aumentano il divario a favore dei bianco-rossi fino al 33-26, quando Caserta riesce a rientrare con un mini-parziale di 6-0. Samuels dà ossigeno a Milano (35-32), ma la partita all’intervallo è ancora in equilibrio.

III Quarto

Una schiacciata di Moore apre la seconda metà di gara, lo stesso fa poco dopo Roberts per il nuovo vantaggio della Pasta Reggia, guidata in questo frangente da Brooks e dallo stesso Roberts, che la portano a braccetto fino al 42-37. Gentile e Samuels permettono a Milano di pareggiare a quota 42, mentre Langford realizza tre tiri liberi e firma il nuovo vantaggio bianco-rosso. La partita continua senza che nessuna delle due compagini riesca a prevalere, Langford guida offensivamente i milanesi, mentre i padroni di casa si affidano alle mani di Brooks, con il terzo periodo che si chiude con un singolare parziale di 7-0 di Langford, che usufruisce dei tiri liberi scaturiti da un fallo e successivamente da un fallo tecnico, in più segna anche una tripla (60-54).

IV Quarto

Wallace segna il +9 per l’Olimpia in apertura di ultimo quarto, arriva subito la risposta di Hannah, che con 5 punti consecutivi riporta Caserta a -4, che diventa -2 in seguito al canestro di Michelori. e’ qui che Haynes ha un grande impatto: segna 4 punti e tiene a distanza i campani, stabilendo il +5 sul 66-61. Samuels segna il canestro che vale il 71-61, ma Moore è protagonista di una giocata da highlights con un alley-oop più il fallo per il -7. Risponde Moss da tre punti, con Haynes che rincara la dose rubando palla e schiacciando in contropiede il +12, annullato poco dopo dal canestro dell’ex Mordente. Ancora l’ex capitano dell’Olimpia segna la tripla del -6 dopo un canestro di Samuels, dando le ultime speranze ai suoi quando manca poco più di un minuto da giocare. Caserta non trova il canestro, ma Samuels sbalia un libero su due e Milano va in tilt: tripla di Roberts, palla persa dello stesso Samuels sulla rimessa dal fondo, Hannah serve Mordente che segna facilmente da sotto il -2 (79-77) con 7 secondi da giocare. Langford sguazza tra gli avversari, che impiegano 5 secondi per commettere fallo, lo statunitense manda in ghiaccio la partita con il 2/2 dalla lunetta sull’81-77 per Milano, che centra il secondo successo in campionato.

Pasta Reggia Caserta: Brooks 12, Scott 3, Roberts 17, Hannah 11, Vitali 7, Mordente 7, Marzaioli NE, Marini NE, Moore 14, Tommasini 4, Salzillo NE, Michelori 2.

Olimpia EA7 Milano: Jerrells 9, Langford 23, Samuels 11, Moss 5, Gentile 9, Wallace 11, Tourè NE, Haynes 8, Merlati NE, Cerella, Melli 5.

Migliore in campo: Keith Langford

Peggiore in campo: Carleton Scott

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.