Serie A BEKO, 4° Giornata: solito Langford, Milano ne rifila 20 a Pistoia

Home

 mosslangfordbiancaorizzad-anteprima-600x400-968238

Olimpia EA7 Milano – Giorgio Tesi Group Pistoia  75-55

Milano si sposta per una giornata al PalaDesio di Desio, già casa di Cantù per quanto riguarda le partite casalinghe di Eurolega l’anno passato, per affrontare la neopromossa Pistoia.

I Quarto

L’EA7 affronta i pistoiesi dopo la batosta di Madrid in Eurolega, dove Mirotic e compagni hanno affossato la squadra di coach Banchi con il quintetto di partenza formato da Gentile, Jerrels, Melli, Samuels e Moss mentre i toscani partono con Daniel, Gibson, Wanamaker, Johnson e Washington. E’ di Samuels il primo tiro del match che però non trova il fondo della retina, in seguito subito una palla persa di Gentile; Daniel con un bel movimento spalle a canestro realizza il 2-0 Pistoia, che subito mette la testa avanti. Altro errore per l’Olimpia con Moss dalla lunga distanza, i milanesi però recuperano palla ma è ancora Samuels che da due passi fallisce; la squadra di Banchi trova finalmente i primi punti con Melli dall’arco, che si dimostra in palla in quest’ultimo periodo. Johnson va deciso a canestro per il 4-2 toscano. Un tiro libero di Melli riavvicina le squadre ma è ancora Johnson che va a segno dalla media trafiggendo una difesa Olimpia disattenta in quest’inizio e nell’azione successiva uno stupendo alley-oop tra Wanamaker e Washington dà il +5 ai toscani. Jerrels colpisce in contropiede per il 5-8 ed in seguito Samuels commette infrazione di passi dopo una palla recuperata da Gentile; dopo un’azione confusa Melli conquista un buon rimbalzo in attacco e va in lunetta convertendo i 2 liberi. Samuels dà il primo vantaggio ai milanesi su assist di Gentile, Pistoia è in un blackout offensivo e ad approfittarne è Moss che trova il fallo sul tiro, va in lunetta e mette a segno entrambi i liberi per l’11-8 EA7; è ancora Moss che va a segno, questa volta dalla lunga distanza e coach Moretti è costretto a chiamare timeout, dato che i suoi hanno subito un parziale di 11-0. Johnson mette fine alla siccità offensiva dei suoi con un jumper dalla media ma Samuels è prontissimo sull’assist di Gentile e piazza l’affondata nel cuore dell’area; dall’altra parte Wanamaker si iscrive alla partita con un gioco da 3 punti su fallo di Nicolò Melli. L’ultima azione del quarto si conclude con un rimbalzo offensivo di Gentile convertito in due punti, Pistoia ha 6 secondi per concludere e Meini trova solo il ferro dalla grande distanza; si va così al primo mini-riposo sul 18-13 per l’EA7, guidata dal solito Melli e da un Samuels a corrente alternata ma che è capace comunque di fare la differenza.

 

II Quarto

26959189_olimpia-milano-serie-avversaria-giorgio-tesi-group-pistoia-0Il primo attacco del secondo periodo è di Milano che però perde palla con Langford, dall’altra parte Wanamaker sbaglia da 3 punti ma Pistoia recupera ancora palla e va a segno dalla media col solito JaJuan Johnson che ruba ancora il pallone a Wallace e, tutto solo in contropiede, vola a schiacciare allietando il pubblico di Desio con una reverse a due mani a cui segue l’ovvio timeout di coach Banchi. Al rientro in campo Samuels si procura un fallo e va in lunetta realizzando uno solo dei due liberi a disposizione; Wallace conquista il rimbalzo in attacco ma gli arbitri negano un fallo evidente a Samuels permettendo così a Pistoia di recuperare il pallone, perso subito da Wanamaker. Haynes è bravo a farsi trovare subito pronto mettendo a segno un arresto e tiro per il 21-17 milanese; in seguito, dopo un’infrazione di passi di Wanamaker, Daniel vola in cielo a stoppare Haynes, subito imitato da Langford su Washington, lo stesso Langford 10 secondi dopo si vede fischiare un fallo tecnico in seguito alle sue reiterate proteste, Gibson fa 1/1 e Deron Washington lo imita convertendo i due tiri liberi del fallo del numero 23 EA7. Keith Langford si riscatta subito convertendo un gioco da 3 punti di ottima fattura, e, dopo 2 azioni che non smuovono il tabellone, è Wallace a mettere a tabellino i primi 2 punti della sua partita; Gibson va a segno allo scadere dei 24″ per il -3 toscano, mentre sul ribaltamento di fronte Melli subisce il fallo di Washington e va in lunetta mettendo entrambi i liberi a sua disposizione. E’ ancora Milano ad andare a segno in contropiede con Langford (affondata a due mani) e coach Moretti decide di chiamare il secondo timeout della sua partita per fermare l’emorragia sul 30-23. Al rientro dal timeout Cerella mette il guinzaglio a Gibson e Langford, dopo aver recuperato il pallone, mette altri due punti in penetrazione. Pistoia schiera una zona 2-3 che dà subito i suoi frutti, in quanto recupera il pallone e manda in contropiede Washington fermato dal fallo di Moss, 1/2 per l’americano e la Giorgio Tesi recupera ancora il pallone ma Washington fallisce il tiro. Wallace subisce il fallo di Meini e va in lunetta a segnare 1 solo libero su 2 (33-24). Nell’ultimo minuto del tempo, prima Cortese e poi Meini falliscono dalla lunga distanza ma Wanamaker recupera palla e si lancia in contropiede subendo il fallo di Haynes, che lo manda in lunetta per uno 0/2 che dà l’opportunità a Milano di giocarsi l’ultimo possesso: iniziativa personale di Haynes che non va a buon fine, squadre negli spogliatoi sul 33-24 del 20′.

 

III Quarto

Primo pallone per Pistoia che non trova il canestro con Wanamaker, dall’altra parte si mette in partita Gentile con una giocata in post contro Gibson, 35-24 EA7. Wanamaker è abile a segnare dopo il contatto non falloso con Melli e sul ribaltamento di fronte Daniel inchioda al tabellone Samuels; due azioni di nulla fino a che Moss recupera un rimbalzo offensivo e appoggia da sotto, dopo ciò coach Moretti chiama timeout per calmare le acque di una partita che sta diventando intensa sotto il profilo dei contatti proibiti e non nei pressi del ferro. Samuels converte un tiro da sotto al rientro dal timeout, mentre dall’altra parte Melli commette il suo terzo fallo prima che Jerrels conquisti il rimbalzo difensivo grazie ad un salto insensato; bomba di Melli nell’azione successiva e Milano vola sul +16 (42-26). Pistoia decide di schierarsi ancora a zona ma Moss la buca con una tripla mortifera dall’angolo per il quasi decisivo +19 biancorosso; dall’altra parte Johnson affonda la schiacciata ad una mano in testa al povero Jerrels e sul ribaltamento di fronte Galanda si guadagna un fallo d’esperienza fischiato a Samuels. Un’altra schiacciata, questa volta firmata Gibson in contropiede, forza Banchi a chiamare timeout, dato che Pistoia ha firmato un miniparziale di 4-0 che non è piaciuto al tecnico milanese; al rientro in campo Samuels perde palla e Wanamaker è fermato da un fallo antisportivo di Jerrels: 2/2 del numero 11 pistoiese e possesso toscano che si conclude con un altro viaggio in lunetta, questa volta per JaJuan Johnson (1/2) e Pistoia si rifà sotto (45-33). Un altro fallo antisportivo viene fischiato a Galanda, reo di aver cinturato Samuels sotto canestro, l’americano fa 1/2, palla a Milano che va a segno con Langford in penetrazione di mancina; dall’altra parte ottimo canestro di Cortese per il nuovo -13 toscano. Fallo in attacco di Langford (terzo fallo) e palla ancora nelle mani di Wanamaker che sfrutta un blocco di Johnson poi verificatosi irregolare. Dopo un paio di azioni confuse, Jerrels si guadagna un viaggio in lunetta (2/2); in seguito prima Moss, poi Gibson mettono a segno 2 punti per le rispettive squadre. Wallace firma il +17 dalla linea della carità per entrare nell’ultimo minuto del quarto: fallo in attacco fischiato a Johnson e Milano si porta in attacco, passi di Wallace e palla a Pistoia che attacca la zona EA7  perdendo palla. Un fallo di Wanamaker manda Gentile in lunetta (2/2), rimessa rapida dei toscani che trovano il jumper di Cortese sulla sirena: 56-39 per un’Olimpia in controllo guidata dalla coppia Moss-Langford.

 

IV Quarto

Pistoia è in campo con Meini, Cortese, Washington, Gibson e Daniel mentre coach Banchi risponde con Melli, Haynes, Gentile, Wallace e Langford. Gibson mette a posto i piedi in uscita dal blocco e mette a segno la tripla del -14, dall’altra parte Melli fallisce sulla sirena dei 24″; ancora allo scadere dei 24 Milano fallisce con Gentile dalla lunga distanza e sul ribaltamento di fronte Cortese si guadagna il fallo di Haynes e converte entrambi i liberi a sua disposizione. Infrazione di 24″ per un attacco EA7 un pò in bambola, Pistoia risponde con una tripla di Gibson che si infrange sul primo ferro; bomba di Wallace per il +15 milanese a cui risponde subito Wanamaker in penetrazione. Il quarto fallo di Melli è una brutta notizia per coach Banchi che decide però di tenerlo in campo, Daniel va in lunetta e realizza un libero su due; rientra Samuels per Melli e Langford sfrutta un suo blocco per andare ad appoggiare comodamente. Ancora Langford a segno da due punti porta Milano sul +16 (63-47) e Moretti chiama timeout; l’Olimpia recupera palla e Moss serve Jerrels che da sotto va a segno, in seguito Moss si mette in proprio e realizza un jumper dalla media, +19 e partita in ghiacchio quando mancano 3 minuti alla fine. Tripla di Gibson per il 67-50, Samuels dall’altra parte fa 1/2 dalla lunetta per poi lasciare il campo a favore di Gentile; altro viaggio in lunetta per Milano con Langford (2/2), Pistoia si porta in attacco e con Washington realizza un tiro da 3 punti per entrare nell’ultimo minuto: tiro da 3 sul ferro per Gibson, Langford si guadagna un altro viaggio in lunetta (2/2) e i coach mettono in campo i giovani (Tourè per Milano, Evotti e Bozzetto per Pistoia). La partita si conclude con un canestro di Galanda ed una bomba del giovane Restelli per il 75-55 finale.

Migliore in campo: Keith Langford, 17 punti

Peggiore in campo: Ed Daniel, 3 punti

Olimpia EA7 Milano: Gentile 6, Cerella, Melli 10, Restelli 3, Tourè, Haynes 2, Merlati NE, Langford 17, Samuels 9, Wallace 8, Moss 14, Jerrells 6.

Giorgio Tesi Group Pistoia: Daniel 3, Meini, Galanda 2, Wanamaker 11, Washington 8, Cortese 6, Evotti, Bozzetto, Gibson 12, Johnson 13.

Arbitri: Bettini – Caiazza – Borgioni

[banner network=”altervista” size=”300X250″ align=”aligncenter”]

2 thoughts on “Serie A BEKO, 4° Giornata: solito Langford, Milano ne rifila 20 a Pistoia

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.