Serie A BEKO, 7° Giornata: Milano sfrutta un grande terzo quarto per imporsi su Reggio Emilia

Home

david-moss-milano

Olimpia EA7 Milano – Grissin Bon Reggio Emilia

(15-17; 33-29; 67-34; 73-52)

La settima giornata di campionato mette di fronte due squadre che occupano il settimo e l’ottavo posto in classifica, entrambe a quota 6 punti e con all’attivo 3 successi e 3 sconfitte. Milano è reduce dal KO subìto settimana scorsa a Venezia, dove la squadra non ha convinto, i meneghini hanno saputo però reagire e conquistare la vittoria in Eurolega contro l’Efes dopo una grande rimonta. Reggio Emilia la settimana passata ha invece portato a casa un risultato favorevole contro Pistoia.

Keith Langford, ancora top scorer di Milano con 15 punti
Keith Langford, ancora top scorer di Milano con 15 punti

I Quarto

Milano propone un quintetto iniziale composto da Curtis Jerrells, Keith Langford, CJ Wallace, Bruno Cerella e Samardo Samuels, coach Menetti sceglie invece Andrea Cinciarini, James White, Greg Brunner, Coby Karl e Ojars Silins. Il primo canestro è per gli ospiti, con Cinciarini che segna subito in entrata, risponde dall’altra parte Samuels da sotto (2-2). Prima Brunner e poi Silins in solitaria in contropiede firmano il 2-6 per Reggio Emilia, James White completa il tutto con un gioco da tre punti (2-8) senza però realizzare il libero aggiuntivo. L’Olimpia finalmente si sblocca dopo molti errori da una parte e dall’altra con un canestro di Langford, ma è Brunner a ristabilire il +6 per la Grisin Bon (4-10). Karl dalla lunetta allunga ancora (4-12), ancora l’ex della partita segna in layup e Reggio tocca la doppia cifra di vantaggio (4-14), mentre coach Banchi è costretto a chiamare timeout. Al rientro in campo prima Langford e poi, dopo molti errori, CJ Wallace accorciano le distanze (9-14). Dopo i centri di Langford e Brunner, è CJ Wallace a colpire ancora con la seconda tripla della sua partita a fil di sirena e a chiudere il quarto sul 15-17 per Reggio Emilia.

II Quarto

CJ Wallace, di gran lunga il migliore in campo fin qui per Milano, pareggia subito in apertura di seconda frazione (17-17), Reggio replica con due liberi, ma Melli, appena entrato, trova la schiacciata in contropiede per il nuovo pareggio. E’ Moss a far esplodere il Forum due azioni dopo, lo statunitense riceve e segna il primo vantaggio di Milano dall’inizio del match (21-19). Brunner e poi White dalla lunetta riportano avanti Reggio (21-23), Brunner ancora colpisce dalla lunga distanza (21-26), Langford mette fine al parziale emiliano con una tripla che vale il -2, poco dopo Samuels pareggia da sotto (26-26) e Gentile in entrata firma il 28-26 in favore dei bianco-rossi. Immediato arriva il pareggio degli ospiti, ma ancora Gentile rimette davanti Milano. Gli arbitri fischiano un fallo tecnico contro l’EA7, ma Antonutti fa 1/2 ai liberi e Haynes colpisce da tre per il +4 Olimpia (33-29) su cui si conclude la prima metà di gara.

III Quarto

Il terzo quarto vede subito Langford segnare il +6 (35-29) prima di 4 punti consecutivi di Samuels per il +10 Olimpia su cui coach Menetti è costretto a chiamare timeout. L’inerzia della partita ora è tutta dalla parte dei padroni di casa dopo un difficile avvio, ancora Samuels completa un parziale personale di 6-0 (41-29) dalla lunetta, Gentile replica dalla media distanza per il +14 e successivamente una palla recuperata di Samuels porta al canestro in contropiede di Langford (45-29). Reggio Emilia non riesce a segnare, Milano invece vede benissimo il canestro e con Jerrells da tre punti si porta addirittura sul +17, Gentile subisce fallo su tiro dalla lunga distanza e fa 2/3  dalla linea della carità per il +21 Milano (50-29). Finalmente Reggio Emilia mette fine al parziale di 17-0 degli avversari con un canestro di White, ma Melli da dietro l’arco allunga a +22, allo stesso modo Moss dall’angolo firma subito dopo il +25, con il Forum tutto in piedi ad applaudire gli uomini di Banchi, autori in questo avvio di secondo tempo di un maxi-parziale di 23-2. La Grissin Bon non sembra capace di riprendersi, infrange i 24 secondi l’azione successiva e permette a Gentile di scrivere il +27 (58-31) dalla lunetta. CJ Wallace è liberissimo di colpire ancora da tre (61-32), mentre gli emiliani continuano a perdere palloni e sbagliare scelte di tiro. Jerrells segna da tre (64-32), replica allo stesso modo l’azione successiva Haynes (67-32) prima del canestro di Cinciarini, solo il secondo del terzo quarto per Reggio Emilia, che arriva all’ultimo quarto sotto 67-34.

James White, serata-no per lui al tiro
James White, serata-no per lui al tiro

IV Quarto

Milano arriva all’ultimo quarto sopra di ben 33 punti grazie a un incredibile terzo periodo e una disastrosa produzione offensiva degli avversari, il terzo quarto vede Milano lanciarsi avanti grazie a un parziale di 34-5. L’ultimo quarto si apre con i canestri di Cervi, Karl e ancora Cervi (67-40), per evitare grattacapi coach Banchi chiama timeout. Tornati in campo però è ancora Karl a colpire (67-42), White accorcia con una schiacciata in contropiede, Cinciarini completa il parziale di 12-0, con l’EA7 che trova il canestro solo con un lob di Langford per Lawal (69-46). Cervi e Langford si scambiano canestri, poi ancora l’italiano segna l’ottavo punto della propria partita (71-50) a cui però risponde Melli (73-50). La partita si conclude sul 73-52, convincente prova per Milano, che sfrutta un ottimo terzo quarto per imporsi su Reggio Emilia.

MVP: Keith Langford, 15 punti e 5 assist, 6/10 da due, 1/3 da tre.

Peggiore in campo: James White, 8 punti, 3/9 da due, 0/1 da tre.

Olimpia EA7 Milano: Langford 15, Samuels 10, Moss 5, Gentile 10, Jerrells 3, Melli 7, Wallace 11, Haynes 10, Cerella, Lawal 2, Tourè, Hamadi.

Grissin Bon Reggio Emilia: White 8, Bell 1, Cinciarini 8, Antonutti 3, Brunner 12, Karl 8, Silins 2, Filloy, Cervi 10, Pini NE, Frassineti NE, Mussini.

Arbitri: Baldini, Mattioli, Mazzoni

[banner network=”altervista” size=”300X250″ align=”aligncenter”]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.