Serie A Beko, Giornata 11: Roma è solida e combattiva, stende una Dinamo troppo leziosa

Home

Dinamo Sassari Banco di Sardegna-Virtus Acea Roma 72-68

(22-23, 24-20, 11-17, 15-8)

I Quarto

Mbakwe ha fatto registrare una doppia doppia. Il centro è sempre più il trascinatore di Roma
Mbakwe ha fatto registrare una doppia doppia. Il centro è sempre più il trascinatore di Roma


Altra partita interessante quella che ci propone l’odierna giornata di campionato. Primo attacco del campionato contro la terza difesa, seconda alla fin della regular season lo scorso anno contro seconda alla fine dei playoff. Entrambe le squadre partono forte, a ritmi alti: tanti punti(10-11) a 5′ e 40″, e anche tanti errori. La Dinamo conclude particolarmente da oltre l’arco e manda a segno da tre punti anche Linton Johnson, che sembra un altro- almeno in questo avvio- rispetto alla sfida con Siena. 8 punti in fila di Travis Diener(due triple) regalano a Sassari il primo allungo(10-19) 4′ dalla fine, costringendo Dalmonte al time-out. Dopo il time-out Roma si riavvicina prima flebilmente e poi torna a meno nove(14-23), dopo piazza un parziale autorevole di 8-0 che le permette di chiudere il quarto indietro di una sola lunghezza: 22-23. Jimmy Baron è assoluto protagonista nel parziale segnando tutti i punti.I Quarto

II Quarto

Caleb Green sostituisce Caleb Green e Johnson Vanuzzo. Roma va di nuovo a segno da tre con Phil Goss, trovando il primo vantaggio della partita. A lui risponde Marques Green. Roma di riporta in vantaggio con l’appoggio di Bobby Jones, ma Green colpisce di nuovo da oltre l’arco e fa mettere nuovamente il naso avanti alla Dinamo(27-29). Il proseguo del quarto mostra sostanzialmente un parziale equilibrio. Particolarmente in forma è l’ex-coppia avellinese Johnson(10) punti e Marques Green(13 punti tutti in questo quarto) che verso il 4′ porta i sardi a +3(34-37), prima che Roma con Jones e un’altra tripla di Baron operi l’ennesimo sorpasso(39-37). L’equilibrio che accompagna gli ultimi due minuti della frazione è spezzato a fil di sirena da una tripla di Phil Goss: 46-43.

Un Marques Green da 21 punti non è bastato alla squadra di Coach Sacchetti
Un Marques Green da 21 punti non è bastato alla squadra di Coach Sacchetti

III Quarto

Il ritmo si abbasso di colpo durante la terza frazione e a 5’15 ci troviamo sul 51-45 per Roma con Sacchetti costretto che chiama time-out per strigliare una squadra un po’ spenta. E il minuto speso si rivela fruttuoso: i bianco-blu piazzano un mini-break di 2-10(53-56). Roma evita che il parziale si faccia pesante ma non riesce a chiudere il quarto sopra. Gli ospiti in vantaggio 57-60 prima del quarto finale.

goss
Phil Goss ha messo alcuni tiri fondamentali per la vittoria dei capitolini

 

IV Quarto

I primi minuti del quarto sono costellati da un’incredibile sequela di errori al tiro, e non per merito delle difese. I Capitolini rimangono sempre dietro dietro di un possesso, ma per come si sta svolgendo la contesa potrebbe vincere chiunque. Infatti Goss a 5’40” dalla fine piazza una tripla che dà il più due ai padroni di casa(62-64). L;a stessa guardia americana potrebbe chiuedere la partita due minuti dopo con un’altra conclusione da oltre l’arco, ma il ferro grazia la Dinamo sputando il pallone fuori. Altri errori grossolani convincono Sacchetti a chiamare un time-out per parlarci un po’ su. Si continua a segnare poco in quel di Roma: 63-66 a 2’30” dalla fine dopo il canestro di Baron. Roma nell’azione successiva difende bene, Drake Diener si incarta e commette infrazione di passi; per fortuna della Dinamo Baron commette un fallo evitabile in attacco nell’azione successiva permettendo a Travis Diener di convertire il possesso nel canestro del meno uno. Taylor è però pronto a rispondere segnando nei due successivi possessi di Roma(65-70). Mancano 40″ secondi quando Marques Green manda a segno un importante canestro da tre punti portando lo svantaggio ospite ad un solo possesso di svantaggio. Il fallo in attacco di Roma regala alla Dinamo il possibile canestro della vittoria, ma i bianco-blu attaccano male e alla fine Omar Thomas non riesce a mandare a segno il canestro del possibile sorpasso. Mbakwe va in lunetta e fa 2/2. Roma blocca la Dinamo 72-68.

 

Migliore in Campo: Mbakwe, partita solida condita da una bella doppia doppia da 10 punti e 13 rimbalzi; Marques Green, l’unico tra i sassaresi- insieme a Johnson- a provarci;

Peggiore in Campo: Caleb Green, 0/5 al tiro e tanti errori, una partita da fantasma;

 

Virtus Acea Roma

Goss 19, Hosley 6, Taylor 8, Jones 11, Mbakwe 10, Tonolli n.e, Righetti n.e, D’Ercole 3, Baron 13, Alviti n.e, Moraschini 0, Eziukwu 2;

Dinamo Banco di Sardegna Sassari

C. Green 2, T. Diener 12, D.Diener 10, M. Green 21, Thomas 6, Johnson 17, Fernandez n.e, Sacchetti 0, Vanuzzo 0, Devecchi 0, Tessitori n,e;

Arbitri: Terreni, Begnis, Seghetti;

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.