Serie A: Montepaschi Siena, evasione per 23 milioni di Euro

Home

siena-varese-parla-minucci-squadre-diverse-stessa-storia_63a42736-2eb9-11e3-a75e-8f3bfed8836a_display

Da quanto riportato dal sito di Eurosport, la Montepaschi Siena avrebbe effettuato pagamenti irregolari tra il 2006 e il 2013, consentendo rimborsi in nero ai propri giocatori, su conti esteri, per un totale di 23 milioni di euro. 

Le Fiamme Gialle avevano iniziato, circa un anno fa, una serie di perquisizioni tra Siena, Roma, Rimini e Milano sull’ipotesi di frode fiscale. Al termine di tali verifiche, la Guardia di Finanza ha notificato l’ammontare della evasione dei quali, 21 direttamente alla Montepaschi e 2 alla Brand Management di Rimini, una società di marketing sportivo con un unico socio, Stefano Sammarini, consulente di MPS per la pallacanestro.
L’ex presidente di Siena, Ferdinando Minucci, aveva rassegnato le sue dimissioni da presidente, ma non da GM,  proprio all’apertura dell’indagine e questa notizia rischia di avere un contraccolpo devastante su una società che sta attraversando un periodo di crisi dopo tutte le vittorie e i traguardi prestigiosi ottenuti nell’ultimo decennio. Gli anni dei 7 scudetti consecutivi di Siena sono gli stessi nei quali sembra sia stata commessa questa irregolarità.

Adesso la palla passa alla giustizia ma se la frode commessa sarà confermata, gli scenari di Siena potrebbero essere devastanti. Si potrebbe arrivare persino alla scomparsa della società stessa e questo sarebbe l’ennesimo brutto colpo che la pallacanestro italiana subirebbe. Dopo Napoli, Bologna (sponda Fortitudo) e Treviso, anche Siena potrebbe salutarci. Ma non corriamo troppo in là, lasciamo che l’Erario svolga il suo compito.

[banner network=”altervista” size=”300X250″ align=”aligncenter”]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.