Serve un overtime alla Vuelle per strappare due punti fondamentali contro una mai doma Pistoia

Serie A Recap

VUELLE PESARO 80-72 THE FLEXX PISTOIA

In avvio di gara Taylor Braun si presenta subito al pubblico pesarese con un ottimo gioco da tre punti, tocca poi a Clarke che alza per l’inchiodata di Mika e a Omogbo trovare la via del canestro, con la VL che scappa subito sul 9-2. Pesaro continua a cavalcare un Mika molto positivo e, sfruttando le palle perse di Pistoia che trova punti solo da McGee, si porta sul +10. Bertone e Braun rispondono a Mian e Ivanov, con il nuovo acquisto dei marchigiani che arriva a quota 10 punti senza errori al tiro in 9′ (17 di valutazione). Ancellotti prima cancella Laquintana e poi serve Clarke che segna la tripla che chiude il primo quarto sul 27-14.
Pesaro inizia meglio il secondo periodo, soprattutto sul piano dell’energia, con Clarke a dettare i tempi; ma McGee non ci sta e segnando 5 punti in fila obbliga coach Galli al Time Out, con la The Flexx che torna a -6. Mika inventa il canestro del nuovo +10 e gli ospiti tornano a faticare in attacco, complice anche il riposo (seppur breve visti i problemi di falli di Laquintana) che Esposito concede a McGee. L’ultimo canestro dal campo del primo tempo è la tripla di Bond e si va negli spogliatoi sul punteggio di 43-33.
Inizio shock per Pesaro che subisce in successione: tripla da McGee, tripla da Ivanov, canestro di Moore e tripla da Mian, per un totale di 0-11 di parziale per una super The Flexx. Mika muove il tabellino dei biancorossi ma Pistoia va in vantaggio con Moore e Ivanov (49-50). La tripla di Ceron e il canestro di Monaldi fanno cessare il blackout della VL, con il punteggio che è di nuovo pari. Termina, dopo il 2/3 dalla lunetta di Monaldi, 59-57 un terzo periodo giocato ottimamente da Pistoia.
Ancellotti risponde a Ivanov, poi tocca al giovane Della Rosa dare a Pistoia il nuovo vantaggio, a cui segue il layup di Gaspardo per il +3. Non una bella pallacanestro, per usare un eufemismo, nei minuti centrali del quarto periodo con la fretta e la pressione che giocano brutti scherzi (61-66 a 5′ dal termine). Braun mette due triple in rapida successione, rompendo il digiuno pesarese che durava da più di 6 minuti, per il +1 Pesaro. Bertone a 60″ dal termine mette il +3, ma subito Moore sigla la tripla del pari. Gli errori di Bertone e McGee mandano la gara all’overtime, 69-69 alla fine dei 40 minuti.
Tempo supplementare che è letteralmente dominato da Rotnei Clarke, che si prende sulle spalle tutta Pesaro segnando 8 punti; 77-72 a un minuto al termine. Ivanov sbaglia da dietro l’arco dei 6,75, Monaldi prima segna poi converte uno dei due liberi con Pistoia che non trova più la via del canestro. Finisce 80-72 per Pesaro che strappa due punti fondamentali in ottica salvezza.

TABELLINI

PESARO: Omogbo 6; Ceron 3; Clarke 18; Mika 10; Ancellotti 6; Braun 21; Bertone 6; Monaldi 10; Serpilli 0; Bocconcelli N.E.; Morgillo N.E.; Crescenzi N.E.

PISTOIA: Della Rosa 3; McGee 17; Barbon 0; Laquintana 4; Mian 8; Gaspardo 10; Bond 4; Magro 7; Moore 5; Ivanov 14; Onuoha N.E

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.