Shaquille O’Neal non si scusa e raddoppia le critiche nei confronti di Dwight Howard

Home NBA News

Nonostante abbia aiutato i Los Angeles Lakers a vincere il titolo la scorsa stagione, Dwight Howard non ha ancora ottenuto il rispetto di Shaquille O’Neal. Big Diesel in precedenza aveva sgridato Howard per aver celebrato eccessivamente il titolo e O’Neal ha rimarcato questa critica in un recente episodio del suo podcast.

Shaq ha poi continuato a difendere la sua posizione, esprimendo perché ha tutto il diritto di criticare Howard e qualsiasi altro lungo in NBA:

“Sono ancora il Signore supremo di tutti i lunghi. Sono l’ultimo lungo ad aver vinto un titolo di MVP in NBA, quindi sono ancora il campione in carica. Quando un altro lungo vincerà un MVP, gli donerò la corona”.

In difesa di Howard, tuttavia, anche lui è stato un contender per l’MVP in passato. Nel 2011 ci è andato vicinissimo, quando è arrivato secondo solo dietro a Derrick Rose dei Chicago Bulls.

Tuttavia, Howard è ben lontano dai suoi giorni migliori. Ha giocato un ruolo minore nella corsa al titolo dei Lakers, motivo per cui Shaq non è troppo contento di come Howard abbia celebrato il suo primo anello in carriera.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.