Shaun Livingston spiega di cosa hanno bisogno gli Warriors per far rivivere la dinastia di Steph Curry

Home NBA News

I Golden State Warriors sono stati molto impegnati in questi ultimi giorni perché si stanno preparando per il prossimo Draft NBA. Hanno la seconda scelta assoluta e non è ancora chiaro cosa ne faranno. Alcuni esperti dicono che dovrebbero tenerla e puntare su un ragazzo di prospettiva, mentre altri credono che dovrebbero scambiarla con una star più affermata.

Ma una cosa è chiara: gli Warriors vogliono tornare a competere per la vittoria.

Per l’ex guardia dei Dubs, Shaun Livingston, che ora è il nuovo direttore della squadra per gli affari e il coinvolgimento dei giocatori, vuole far rivivere la recente dinastia che hanno costruito.

Secondo un articolo di NBC Sports, Livingston ha detto al programma radiofonico The Morning Roast che gli Warriors hanno bisogno di avere più role players come lui per poter continuare la tradizione dei tre titoli in cinque anni.

“Penso che sia solo essere in grado di trovare contributi da parte di tutta la squadra. Giocando serie di sette gare, bisogna cercare che tutti diano la propria mano e mettano il proprio mattoncino. Quindi, penso che dovremo puntare a quello”.

Livingston, che si è ritirato prima dell’inizio della scorsa stagione, ha anche ammesso che gli Warriors hanno bisogno di aggiungere alcuni veterani per aiutare lo sviluppo di giovani ragazzi come Eric Paschall, Jordan Poole, Damion Lee e l’eventuale scelta numero 2.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.