Siena sbanca il Forum e intravede la gloria, Milano il fallimento

Home

Il Forum di Assago dopo Sassari in Coppa Italia e il Maccabi in Eurolega, potrebbe essere stato teatro questa sera del terzo ed ultimo fallimento dell’Olimpia Milano. Siena con merito fa sua gara 5, rimonta una situazione insperata e si procura il match point. Milano manca ancora di fiducia e forza mentale nel momento decisivo e vede il baratro dopo una stagione vissuta da protagonista. Ora a Siena la squadra sarà alle spalle al muro, ci vorrà orgoglio, coraggio, grinta.

Banchi decide di lasciare fuori Moss dal quintetto iniziale mentre Crespi conferma logicamente Janning, finora assoluto protagonista della serie, con Green seduto in panca. Il dubbio iniziale è: si vedrà l’Olimpia in versione Forum delle prime due partite o Siena proseguirà quanto di buono fatto nelle ultime due partite ? La risposta è quest’ultima. La Montepaschi infatti vola con le triple di Ress e Carter e le giocate di Haynes sino al 3-12. Le red shoes trovano un parziale di 8 a 0 grazie soprattutto ai viaggi in lunetta e si rimettono subito in carreggiata . Gli ospiti hanno però buone percentuali dall’arco e con i bersagli centrati da Carter e Nelson volano sul 15 a 20 di fine primo quarto.

Decisivo anche stasera Othello Hunter

L’inizio di secondo periodo giova a Milano che mette in campo una straordinaria intensità difensiva grazie soprattutto al buon impatto di Bruno Cerella. L’argentino si rende utile in entrambe le metà campo ma non è ben assistito dai compagni con Lawal e Moss che sbagliano canestri già fatti. Siena approfitta di questi errori per mantenere un minimo margine di vantaggio, nonostante qualche palla persa di troppo. Per i toscani solito prezioso dominio a rimbalzo in attacco e gran lavoro di Hunter sotto le plance. Milano è sempre lì ma gli manca il guizzo decisivo, anche per i troppi errori dalla lunetta. Jerrells però, con una palla rubata e un canestro in contropiede, segna sulla sirena il 32 a 33 di metà tempo. Siena è avanti nonostante i problemi di falli di Haynes e le polveri bagnate di Janning. Milano non ha nessuno in doppia cifra con Gentile a quota 3 falli e 5 punti solo dalla lunetta.

L’inizio di secondo tempo vede una Milano fulminante con Langford ed Hackett che si caricano la squadra sulle spalle con il 47 a 43 timbrato dalla tripla dell’ex Virtus Bologna. Se qualcuno pensa ad una Siena sull’orlo del baratro si sbaglia di grosso: i bianco verdi rinsaviscono subito con un parziale di 7 a 0 e la magistrale schiacciata di Hunter su assist di Janning fissa il 49 a 52.

Non serve a nulla l'ottimo finale di partita di Jerrells
Non serve a nulla l’ottimo finale di partita di Jerrells

L’inizio dell’ultimo quarto è un incubo per Milano: Carter va subito con la tripla, Haynes e Hunter aggiungono qualcos’altro ed è +10 (49-59). Milano non segna per i primi 4 minuti della frazione con scelte ed esecuzioni d’attacco pessime. Siena non riesce ad ammazzare il match quando potrebbe e con un gioco da 3 punti di Gentile l’Olimpia torna a vedere la luce. Sul 54-59 Hunter in area fa capire chi comanda ma Jerrells è il salvagente al quale si aggrappa Milano (59-63). La Montepaschi mantiene  punti di vantaggio essenziali, mentre Milano è discontinua in attacco. Quando sembra fatta, Jerrells si inventa una tripla pazzesca che dà ancora speranze al popolo di casa (65-69). Il cronometro diventa il nuovo alleato di Siena e i falli sistematici vedono pronto Nelson dalla lunetta. La tripla da poco prima il centrocampo di Gentile serve solo ad aumentare i rimpianti. Finisce 68 a 72 con gli uomini di Crespi che fra due giorni possono chiudere i conti in casa. Questa squadra si dimostra ancora superba nei momenti che contano davvero. Fra due giorni a Siena potrebbe arrivare l’ottavo scudetto di fila. Poco prima di un imminente fallimento. Roba da film.

MVP: Othello Hunter: dominatore incontrastato da 5 partite nel pitturato. Anche stasera impartisce lezioni a Samuels e Lawal. Tecnico e fisico, segna sia di schiacciata potente che di fino con bei piazzati. Ha fatto una stagione normale, quasi anonima, questa serie finale lo vede indemoniato ed ultra decisivo.

TABELLINI: Olimpia Milano: Langford 14, Jerrells 13, Gentile, Hackett 11   RIMBALZI: 39 (7 giocatori a quota 4)    ASSIST: 6 (Langford, Samuels 2)   TIRI DA 2: 19/41  TIRI DA 3: 4/19    TIRI LIBERI: 18/23

Montepaschi Siena: Hunter 18, Carter 14, Haynes, Nelson 10   RIMBALZI: 30 (Hunter 7)   ASSIST: 14 (Haynes, Janning 4)   TIRI DA 2: 18/35   TIRI DA 3: 8/23   TIRI LIBERI: 12/15

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.